Spread the love

(, Biblioteca Comunale di Alatri)

Alatri:

È attivo un altro corso di lingua italiana, presso i locali della Biblioteca comunale ‘Luigi Ceci’, in collaborazione con CPIA8, rivolto ai cittadini stranieri regolarmente soggiornanti e residenti nei comuni del distretto Socio Assistenziale A.

Ricordiamo inoltre che:

È operativo da mercoledì 30 marzo 2022, lo “Sportello Unico di accoglienza”un servizio integrato di Mediazione interculturale e attività di supporto gestionale in favore della popolazione migrante presente sul territorio del Distretto Socio sanitario A e in particolare nel Comune di Alatri.

Lo sportello, con sede nell’Ufficio scuola, piano terra Palazzo “Conti Gentili”, è operativo due giorni a settimana – il mercoledì dalle 14:30 alle 17:30 e il venerdì dalle 10: 00 alle 13:00. Un punto stabile di mediazione e assistenza gestito da mediatori – l’attività di mediazione è svolta dalla Cooperativa sociale Onlus “In Movimento” di Ferentino- da assistenti sociali, facilitatori di pratiche burocratiche e operatori comunali, tutte figure professionali capaci di dare il giusto sostegno e conforto, soprattutto ai tanti migranti Ucraini che in questo momento sono costretti ad abbandonare il proprio Paese per via della guerra.

Già da qualche settimana è iniziato il corso di lingua italiana, presso la Caritas Diocesana di Laguccio, per i cittadini Ucraini accolti nelle scorse settimane, 18 persone circa. Attività in collaborazione con CPIA8 (Centro per L’Istruzione Adulti) di Frosinone, Preside Maria Incoronato. Alla fine del corso verrà rilasciata una certificazione riconosciuta dal ministero.

Il “Centro Unico di accoglienza” e i corsi di lingua, rientrano in un progetto più vasto. Si chiama “Prima il lavoro”. Il progetto, finanziato dal Ministero dell’Interno, insieme al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dalla Comunità Europea, vede la Regione Lazio capofila. Il Comune di Alatri rientra nei partner di questa grande opportunità.

Il progetto intende favorire l’integrazione dei cittadini di paesi terzi per accrescere i benefici economici, sociali e culturali di migranti e autoctoni nel Lazio; assicurare piena partecipazione dei migranti a tutti gli aspetti della vita collettiva e sottolinea il ruolo determinante delle autorità locali e del privato sociale che opera in complementarietà con i servizi pubblici; il progetto intende lavorare su assi specifici Lingua, Lavoro e Competenze, proprio la tempestiva individuazione delle competenze potrà aiutare a definire meglio i passi necessari per una loro integrazione nelle società e nel mondo del lavoro.

La pagina ufficiale “Prima il Lavoro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights