Spread the love
PALIANO: LA CORALE CITTÀ DI NETTUNO SI E’ MOBILITA PER LA VALORIZZAZIONE DI COLLE GIANTURCO
Si è tenuto sabato 8 ottobre sulla piazza antistante la parrocchia di Santa Maria di Pugliano in Paliano, il Gran Concerto della Corale Città di Nettuno dal titolo: “Musica e folklore nei luoghi Gorettiani”.
L’intento della corale, ha spiegato la dottoressa Annelisa Devito nella presentazione della serata è quello di raggiungere con la sua musica tutti i luoghi legati alla vita di Santa Maria Goretti.
Quindi Paliano, con il casale di Colle Gianturco risultava una tappa indispensabile.
La corale di Nettuno che ha sede nella Basilica dove riposano le spoglie della Santa ha una storia di oltre quarant’anni di musica in Italia e all’estero e ha voluto omaggiare con questo concerto una terra alla quale si sente profondamente legata non solo per i Colonna, ma soprattutto per S. Maria Goretti. Il repertorio è spaziato dalla musica classica di Giuseppe Verdi e di altri importanti nomi della musica italiana, alla musica operistica e da film, per poi concludersi con musica folkloristica tipica della tradizione romana.
A fare da cornice a questa splendida serata, mentre sulla facciata della chiesa veniva proiettato il sito di colle Gianturco, sono stati i figuranti della comunità di Santa Maria, i quali attraverso costumi storici hanno rievocato, con l’ausilio di una voce narrante, l’arrivo della famiglia Goretti nella campagna palianese, sulle note di melodie magistralmente eseguite dai maestri Francesco De Felice e Claudio Martelli.
La corale diretta dal maestro Elisa Park si è esibita in uno straordinario concerto, caratterizzato dalla preziosità degli abiti indossati dalle Priori dell’Associazione culturale “La Stella del Mare” e si è concluso con l’Immagine di John Lennon come augurio alla pace e a un futuro più sereno.
Parole di gratitudine sono state espresse quelle del parroco P. Antonio Coppola verso il presidente della corale Bruno Andolfi, i coristi e i collaboratori.
All’evento era presente Eleonora Campoli Assessore del Comune di Paliano, che ha esaltato in un post pubblico le caratteristiche salienti della manifestazione: “Storia, religione, musica, tradizione e soprattutto Comunità” congratulandosi poi con i promotori e con gli organizzatori dell’evento.
E’ stata questa una serata di grande spessore artistico e culturale che ci si augura possa essere la prima di una futura collaborazione tra due realtà più vicine di quanto possa credersi accomunate dalla tradizione e dalla fede secondo le parole di P. Antonio Coppola superiore del convento di Paliano.
Giorgio Alessandro Pacetti

Di sgtest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights