Spread the love
PIGLIO, Capitolo del Gran Priorato d’Italia dell’Ordine Supernus Ordo Equester Templi Poveri Cavalieri di Cristo.
Sabato 10 dicembre alle ore 17,00 presso la chiesa settecentesca di San Lorenzo a Piglio si svolgerà il Capitolo Gran Priorato d’Italia dell’Ordine Supernus Ordo Equester Templi Poveri Cavalieri di Cristo, autorizzato dal Gran Maestro, prof. Danilo Riccioli.
Saranno presenti il Gran Priore d’Italia e gran collare Vincenzo Federico, il Gran Legato dell’Ordine nonché “Balivo” della diocesi di Roma Attilio Alessandri, il gran referendario Fabio Poli, i priori della regione Puglia Giuliano Franco, della regione Basilicata Domenico Aspriello, i  Commandeur, le  dama, i novizi e i postulanti.
Alla fine del capitolo ci sarà una piccola processione dalla chiesa di San Lorenzo fino alla Grotta del beato Andrea Conti.
Seguirà un’agape fraterna presso il B&B Andalu’. Fin qui la notizia.
La S.O.E.T.-PCC -si legge in una nota- è un Ordine cavalleresco che trova il suo fondamento storico nel 1705 quando Filippo d’Orleans, Re di Francia reggente, nell’adunanza generale dei Cavalieri del Tempio, fu eletto primo Maestro dell’Ordine Templare in ideale continuità con Jacques de Molay e trova il suo fondamento religioso e cristiano-cattolico nell’applicazione della Regola circencense di S. Bernardo di Chiaravalle.
La S.O.E.T.-PCC nasce così il 1° marzo 1815 e si sono susseguiti nove Gran Maestranze con una discendenza diretta da Gran Maestro fino ad arrivare a quella attuale. Scopo principale dell’Ordine è di valorizzare, continuare e tramandare al presente come in avvenire l’amor di Patria e la Fede di Cristo, nonché i gloriosi ricordi degli eroici Cavalieri Templari associati nella Regola di San Bernardo per difendere il Santo Sepolcro.
Ciò nello stretto rispetto e nel solco della Tradizione. L’Associazione “Poveri Cavalieri di Cristo”, sin dalla sua nascita si è connotata come una Società di “Cristi fideles laici” nello spirito e con la finalità della Esortazione Apostolica di Papa Giovanni Paolo II del 30/12/1988.
Adesso, a seguito del fedele riconoscimento canonico del 5/8/2016, il detto Sodalizio ha conseguito anche formalmente la natura di Associazione di Fedeli a norma del vigente Diritto Canonico e del Diritto Societario della Chiesa Cattolica Apostolica Romana.
L’Ordine persegue gli ideali della cultura e della solidarietà, molti convegni di studio e di ricerca vengono espletati in varie città Italiane, mentre le opere di beneficenza vengono espletate nei territori di competenza delle Commende, come obiettivo primario, l’assistenza ai più bisognosi.
Generalmente ogni Commenda collabora con una Chiesa e con un parroco di riferimento.
Giorgio Alessandro Pacetti

Di sgtest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights