Spread the love

Lo scorso 16 agosto, un giovane del luogo, sicuramente in crisi di astinenza da droga, si reca a casa dei propri genitori per avere del denaro per acquistare lo stupefacente; al rifiuto da parte dei familiari di assecondare le richieste del figlio, quest’ultimo comincia a mettere a soqquadro l’abitazione e ad aggredire verbalmente e fisicamente gli stessi. Solo grazie all’intervento dei militari della Radiomobile della Compagnia  di Alatri si riesce ad evitare il peggio. I Carabinieri provano ad  immobilizzare il soggetto che tenta  più volte a divincolarsi e nel contempo minaccia di morte i propri genitori. Dopo qualche minuto di concitazione viene immobilizzato, tratto in arresto, e condotto presso la Casa Circondariale di Frosinone. A seguito di udienza di convalida tenutasi ieri, il giudice, in considerazione dei solidi elementi riscontrati, ha adottato la misura cautelare della custodia in  carcere in attesa del processo.

È obbligo rilevare che l’indagato, destinatario della misura  cautelare, è, allo stato, solamente indiziato di delitto, e la  sua  posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo la emissione di una sentenza passata in giudicato in ossequio ai principi costituzionali di presunzione di innocenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *