Spread the love

Un 49enne originario di Veroli (Fr) ma residente nella capitale, già gravato da un provvedimento restrittivo emesso dall’Autorità Giudiziaria, che lo obbliga a rimanere a distanza dai propri familiari, incurante dello stesso, si reca presso l’abitazione della propria madre e, dopo aver forzato la porta d’ingresso, s’introduce all’interno minacciando la donna, anche di morte. Fortunatamente, dopo poco tempo, anche grazie ad un familiare che è riuscito a contattare i Carabinieri, i militari intervengono riuscendo ad immobilizzare l’uomo e ad arrestarlo.

A seguito del rito direttissimo, il Giudice, oltre a convalidare l’arresto, disponeva nei confronti del prevenuto la misura del “divieto di avvicinarsi e dimorare nei luoghi frequentati dalla persona offesa”, in attesa del processo.

È obbligo rilevare che l’indagato, destinatario della misura  cautelare, è, allo stato, solamente indiziato di delitto, e la  sua  posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo la emissione di una sentenza passata in giudicato in ossequio ai principi costituzionali di presunzione di innocenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights