Spread the love
Con Ordinanza sindacale n° 2 del 15 maggio 2023 e pubblicata il 25 settembre 2023 il Responsabile del Settore Tecnico del Comune di Piglio avverte che “tutti i proprietari, affittuari, conduttori o detentori a qualsiasi titolo di fondi rustici, aree di pertinenza dei fabbricati e di ogni altra destinazione od uso, che fronteggiano le strade e gli spazi pubblici di qualsiasi tipo ed importanza, situati sul territorio comunale dovranno ottemperare alle seguenti operazioni entro il 10 Ottobre 2023:
– estirpare l’erba lungo il fronte dello stabile e sui relativi muri di cinte per tutta la loro lunghezza ed altezza al fine di garantire il decoro e salubrità dei centri abitati e degli edifici;
  provvedere alla conservazione dei fossi confinanti con i terreni;
-togliere dai terreni materiali di qualsiasi natura;
-potare e o tagliare le siepi ed i rami di alberi prospicienti oltre il confine stradale che nascondono la segnaletica al fine di non ostacolare la sicurezza della circolazione stradale e non compromettere la visibilità;
-pulire e mantenere i terreni mediante la rimozione di vegetazione incolta da erbacce, da sterpaglie, da rifiuti e da cumuli di terra e di sassi che causano il restringimento di carreggiata ed inficiciano la sicurezza stradale;
– mantenere puliti gli attraversamenti di cunette antistanti le strade stesse.
I trasgressori alla predetta Ordinanza saranno puniti con l’applicazione della SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA prevista dal D.Lgs. 267/2000 art. 7 bis e ss.mm.ii. (da €. 25,00 a €. 500,00), dal Codice della strada (da €  159,00 ad €. 641,00) o da altre disposizioni di legge.
La mancata ottemperanza agli adempimenti previsti entro termini sopra specificati, comporterà l’ESECUZIONE D’UFFICIO degli stessi con l’ADDEBITO DI TUTTE LE SPESE sostenute dal Comune a carico del contravventore, nonché l’applicazione delle sanzioni previste dall’art. 650 C.P. da parte delle Autorità competenti, ove ne ricorrano i presupposti;
L’applicazione delle predette sanzioni amministrative e l’addebito di tutte spese sostenute dall’Ente per la mancata ottemperanza all’Ordinanza, avverranno SENZA NESSUN PREAVVISO da parte del Comune nei confronti dell’inadempiente.
Giorgio Alessandro Pacetti

Di sgtest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights