Spread the love

La riunione, presso la Sala San Tommaso della chiesa allo Scalo, organizzata dall’amministrazione comunale, insieme al centro per anziani

Il sindaco Giuseppe Sacco: “Importante la sinergia tra forze dell’ordine, istituzioni e cittadini”

Si è svolto, presso la Sala San Tommaso della Chiesa Santa Maria Assunta a Roccasecca Scalo, l’incontro pubblico tra cittadini e Arma dei Carabinieri sui temi della sicurezza, in particolare sulla prevenzione dei furti.

A organizzarlo il Comune di Roccasecca, in collaborazione con il Centro sociale per anziani, con la presenza del Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Pontecorvo, Capitano Bartolo Taglietti e del Comandante della Stazione dei Carabinieri di Roccasecca, Maresciallo Capo Angelo Iodice.

Durante l’incontro i due rappresentanti dell’Arma hanno illustrato ai presenti tutta una serie di consigli per fare fronte ai furti nelle abitazioni, in particolare sull’importanza dell’utilizzo del numero 112. Poi il dibattito con i numerosi intervenuti.

In apertura c’è stato l’intervento del padrone di casa, monsignor Giandomenico valente e in chiusura quello del presidente del Centro per anziani, Giovanni Gomma.

A portare i saluti per l’amministrazione comunale, presenti anche gli assessori Glauco Bove e Ivan Cerrone e il consigliere Ileana Munno, il sindaco Giuseppe Sacco: “La sicurezza e la prevenzione dei reati sono argomenti di stretta attualità che hanno bisogno di un’azione condivisa tra forze dell’ordine, istituzioni e cittadini. Grazie perciò al Capitano Bartolo Taglietti, Comandante della Compagnia di Pontecorvo e al Maresciallo Capo Angelo Iodice, Comandante della Stazione di Roccasecca per gli utili consigli, soprattutto per prevenire i furti nelle abitazioni.

La presenza dei Carabinieri sul territorio, anche in queste occasioni, è fondamentale. Un ringraziamento inoltre al Centro per Anziani che ci ha aiutato nell’organizzazione dell’incontro e grazie a Monsignor Giandomenico Valente per averci ospitato in casa sua. Prestiamo tutti molta attenzione e ricordiamo l’importanza del numero 112”.

Di sgtest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights