Spread the love
Con il Piano regionale deliberato dalla Regione Lazio per interventi di prevenzione degli incendi boschivi mediante la realizzazione di vasche e opere accessorie per l’attingimento idrico da parte dei mezzi antincendio, il laghetto di montagna molto caro a San Giovanni Paolo II potrebbe ritornare ad assolvere tali funzioni e non solo al beveraggio degli animali da pascolo (pecore, vacche cavalli, ecc) ma anche agli elicotteri per spegnere gli incendi che si sprigionavano spesso sul monte Scalambra tra Serrone e Piglio.
Ora, purtroppo, non più per la mancanza di acqua specialmente nel periodo estivo.
Il laghetto potrebbe assolvere alle problematiche climatiche per la prevenzione boschiva a seguito dei cambiamenti estremi climatici che in questi ultimi anni si sono fatti sentire.
Prevenire è meglio che curare dice un adagio.
Bene, quindi, ha fatto la Giunta del Presidente Rocca con due delibere a stanziare per i comuni montani, di cui Piglio fa parte, 4,8 milioni di euro per l’attuazione di interventi di gestione forestale straordinari e urgenti e per la prevenzione degli incendi boschivi.
Giorgio Alessandro Pacetti

Di sgtest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights