Spread the love

Grandi cose sta facendo l’associazione Da.Ma. Africa Onlus nella sua amata Tanzania. Scopo principale dell’Associazione è quello di realizzazione opere di beneficenza in questo territorio africano. Ma facciamo un passo indietro! L’Associazione nasce con il presidente Germano Frioni che la dedica ai due figli Daniele e Marco, scomparsi prematuramente, infatti l’acronimo Da. Ma. sta per Daniele e Marco e poi è stato tradotto in “Donare amore misericordioso all’Africa”. Tante le persone che hanno operato e operano come missionari in queste terre, si ricorda infatti, Padre Antonio Scaccia di Frosinone, che è morto il 26 gennaio di un anno fa, il quale ha dedicato molti anni della sua vita all’apostolato in Africa e delle missionarie del preziosissimo Sangue di Gesù come suor Luisina e suor Eufrasia la cui casa madre è ad Acuto. Tutto ciò che si è realizzato e precisamente a Wicavue, a Kimbici e a Mafinca è stato possibile per merito della generosità e magnanimità delle persone, che grazie alla loro generosità permette ad altri essere umani di sopravvivere e salvarsi dalla povertà, degrado, miseria e morte. È stato costruito un dispensario con laboratorio analisi, scuole, un centro sociale e una chiesa dedicata a San Sisto. Sono stati donati semi per la coltivazione di granoturco che grazie all’acqua piovana potranno generare un ricco raccolto. Sebbene la Tanzania abbia compiuto passi avanti in determinati settori socio-economici, sono ancora numerose le sfide da affrontare. Da.Ma Africa onlus, è impegnata a migliorare le condizioni di vita di quelle popolazioni, grazie soprattutto all’intensa attività e alle tante donazioni ricevute che vanno ad incrementare i progetti e le attività volte a migliorare le condizioni di vita, a sostenere le comunità locali nella lotta contro la povertà e le disuguaglianze, per uno sviluppo equo. Grazie alla donazione dei compensi raccolti dalla pubblicazione del libro “La Strada Antica” di Silvio Campoli si è potuto inoltre investire nell’agricoltura acquistando sementi di mais, lo stesso Campoli si è dichiarato felice e grato per aver contribuito in piccola parte all’ esultanza dei giovani lontani; la sua donazione è stata subito utilizzata dalla missione, anche per aggiornare il laboratorio e attività in agricoltura, e Silvio con questo suo gesto ci fa capire che la solidarietà, l’amore, possono arrivare nei posti più impensati e lontani e, come afferma papa Francesco, si confermano unici mezzi per il progresso dei popoli e per costruire la pace. La Da.Ma. Onlus Africa ci ha dato una prospettiva diversa con cui leggere la cultura di queste popolazioni e sul modo giusto per aiutarli, dando loro assistenza e dignità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights