Spread the love

Il 25 febbraio, come da calendario dell’amministrazione, si terrà la seconda domenica ecologica dalle 8 alle 18, in adempimento delle disposizioni della Regione Lazio in materia. La successiva domenica ecologica, con il coordinamento dell’assessorato all’ambiente del vicesindaco Antonio Scaccia, si terrà il 10 marzo, dalle 8 alle 18.

“Il Comune di Frosinone intende continuare a promuovere comportamenti virtuosi, a favore dell’ecosistema, in collaborazione con i cittadini, per tutelare la salute della collettività – ha dichiarato il Sindaco, Riccardo Mastrangeli – Nel corso delle domeniche ecologiche si terranno anche eventi pensati per vivere la Città valorizzando la socializzazione, il divertimento e lo sport. In particolare, domenica 25 febbraio la Città ospiterà, nell’area di via Aldo Moro, una serie di iniziative organizzate da Omnia fitness in collaborazione con l’amministrazione comunale, mediante il consigliere delegato allo sport Francesco Pallone. Ci sarà la possibilità di partecipare a lezioni dimostrative di pizzica, danza hip hop e di rowing (canottaggio indoor), oltre che di chiedere consigli personalizzati, su benessere e stili di vita, ai trainer specializzati presenti”.
Le domeniche ecologiche prevedono il divieto di circolazione nell’area urbana per tutti i veicoli a uso privato, e divieto di circolazione sulla fascia urbana di via Volsci dei veicoli con massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t.  È consentito l’accesso di tutti i tipi di veicoli alla più vicina tra le seguenti aree destinate a parcheggio da dove sarà possibile raggiungere le varie zone del centro urbano con i servizi di trasporto pubblico: Piazza Salvo D’Acquisto – Piazza Falcone e Borsellino (piazzale antistante la villa comunale) – Piazza Martiri delle Foibe (parcheggio Questura in via Vado del Tufo) – Piazza Sandro Pertini.
Si ricorda che le limitazioni alla circolazione non riguardano i veicoli elettrici e ibridi; quelli adibiti a servizi di polizia, compiti di sicurezza, di protezione civile, servizi sanitari, per il monitoraggio e il controllo della qualità dell’aria; a servizio di persone invalide e comunque autorizzate dal corpo di Polizia locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights