Spread the love

Il Prefetto di Frosinone, Ernesto Liguori, ha presieduto nella mattinata odierna una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, dedicata all’esame del fenomeno dei furti in abitazione che ha fatto registrare negli ultimi tempi diversi episodi in varie aree del territorio della provincia di Frosinone.
Alla riunione del Comitato hanno partecipazione oltre i vertici delle Forze dell’Ordine, il Sindaco di Frosinone ed il rappresentate della Provincia, anche i Sindaci e rappresentanti dei Comuni di Acuto, Anagni, Arce, Cervaro, Ceprano, Fiuggi, Paliano, Pontecorvo, Ripi, San Vittore del Lazio e Serrone, interessati nelle ultime settimane da ripetuti episodi di furti e che durante l’ultimo anno, hanno visto sul proprio territorio un maggior incremento di tale tipologia di reati.
Nel corso dell’incontro si è convenuto sulla intensificazione dell’azione preventiva delle Forze dell’Ordine, mediante servizi di controllo del territorio con pattuglie e con l’impiego di personale anche in borghese, negli orari e nei luoghi maggiormente esposti. A tal fine, una apposita riunione tecnico/operativa sarà convocata dal Questore.
Il Comitato, inoltre, nell’ottica di una sicurezza sempre più attiva e partecipata da parte della cittadinanza, ha condiviso l’esigenza di informare e sensibilizzare la popolazione circa i comportamenti che possano contribuire a prevenire il fenomeno quali, ad esempio, l’incremento delle misure di difesa privata, specie nelle abitazioni isolate, evitare la detenzione in casa di ingenti somme di denaro o di altri valori e utilizzare in modo accorto i social network per evitare di segnalare involontariamente l’assenza dal proprio domicilio. A tal riguardo i Sindaci si sono impegnati ad organizzare in sede locale appositi incontri informativi a cui parteciperanno anche rappresentati delle Forze dell’Ordine.
Nel ribadire la necessità che venga evitata qualunque iniziativa estemporanea di “ronde” sul territorio – che oltre ad essere vietate per legge possono creare situazioni di pericolo – si è, altresì, convenuto di avviare con gli Enti locali percorsi volti alla promozione, mediante appositi protocolli d’intesa, di progetti finalizzati a forme di “vicinato solidale” tra cittadini e a favorirne la collaborazione con le Forze dell’Ordine e le Polizie locali per la segnalazione di ogni elemento utile all’azione di prevenzione e di contrasto del fenomeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights