Spread the love

Nel pomeriggio di ieri il personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di P.S. di Sora ha dato esecuzione ad una ordinanza di aggravamento di misura cautelare personale, emessa dal G.i.p. presso il Tribunale di Cassino di seguito alla richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un giovane egiziano dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti nel centro cittadino di Sora.

Il giovane, di ventuno anni, era stato arrestato il 3 febbraio u.s. poiché era stato sorpreso nell’atto di cedere della sostanza stupefacente a 3 persone diverse nei pressi della centralissima Piazza Santa Restituta, lo stesso, che era stato trovato in possesso di ulteriore sostanza già suddivisa in dosi e di una consistente somma di denaro, avendo precedenti specifici recenti, era stato accompagnato presso al Casa Circondariale di Cassino e, di seguito all’udienza di convalida dell’arresto, scarcerato e sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimore in Sora e nei comuni limitrofi. Nonostante la predetta misura, lo straniero ha continuato a frequentare il centro volsco, ove è stato sorpreso numerose volte in violazione del provvedimento della magistratura. Proprio a seguito di dette numerose violazioni è scattato l’aggravamento della misura cautelare ed il nuovo accompagnamento presso la Casa Circondariale di Cassino a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Inoltre, nella notte odierna, il personale dell’Ufficio Controllo del Territorio del Commissariato di P.S. di Sora, nell’ambito dell’attività di prevenzione e contrasto alle attività delittuose, ha proceduto al controllo di una autovettura con a bordo 5 individui in viale San Domenico. Durante le verifiche, gli operatori della Volante hanno riscontrato l’atteggiamento sospetto ed agitato dei 5 giovani, residenti tra Sora, Arpino ed Isola del Liri, gli opportuni approfondimenti hanno consentito di rinvenire – all’interno dell’autovettura ed indosso ad uno dei controllati – della sostanza stupefacente del tipo Hashish. I giovani, 3 dei quali avevano precedenti specifici, anche di seguito all’ulteriore attività di riscontro supportata dal personale del Settore Anticrimine intervenuto prontamente in ausilio agli operanti, sono stati tutti deferiti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights