Spread the love
“Si prosegue sulla strada dei risultati, la sola possibile per restituire alla Regione Lazio credibilità e risorse concrete di sviluppo. È con profonda soddisfazione che abbiamo accolto il giudizio della Moody’s, che alla chiusura dei più autorevoli mercati europei ha ritenuto di assegnare alla Regione Lazio un grado di solidità che da Ba1 è salito a Baa3. Il  miglioramento del rating della Regione Lazio rappresenta una sostanziale
promozione per le politiche economiche intraprese dalla giunta Rocca nel suo primo anno di governo, in specie quelle protese al contenimento del debito, con l’azzeramento del ricorso all’indebitamento nell’ambito delle legge di stabilità 2024.
Il passo avanti è davvero significativo, giacché traghetta  l’ente da un grado ‘non-investiment/speculative’ a ‘lower medium’, rendendolo così appetibile per gli investitori. Ricordiamo che lo scorso anno, all’atto dell’insediamento della nuova giunta, il rating della Regione Lazio era Ba1, un livello che rappresentava un autentico deterrente per i mercati finanziari e per gli investitori. Dopo un solo anno di giunta Rocca, grazie alle politiche messe in campo dall’assessore al Bilancio Giancarlo Righini, la Regione Lazio ha compiuto un salto consistente, che spalanca scenari di investimenti e di crescita. Il giudizio di Moody’s è stato positivo tanto in riferimento alla capacità di riscossione delle proprie entrate, che sull’attenta gestione attiva del pur importante stock di debito regionale accumulatosi negli anni precedenti.
La strada per arrivare alla soluzione di tutte le problematiche specifiche è naturalmente ancora lunga, ma l’incisiva azione economico amministrativa, svolta con grande attenzione  e nel rispetto dei rilievi della Corte dei Conti, ha già portato a un’importante riduzione del debito regionale e l’attestato di Moody’s rappresenta un punto di partenza significativo. Condivido pertanto la sincera soddisfazione espressa dal presidente Rocca e dall’assessore al bilancio Righini e rinnovo l’impegno verso una politica che abbia nella tenuta in ordine dei conti un punto cardine e un elemento imprescindibile. Continueremo a seguire questa direzione, per un risanamento che passi da investimenti mirati e da politiche economiche proficue, sempre nel rispetto dell’interesse dei cittadini e pertanto senza sacrificare alcun servizio essenziale”.
DANIELE MAURA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights