Spread the love

Intensificati i controlli sul capoluogo da parte dei Carabinieri della Compagnia di  Frosinone per la prevenzione e  repressione  dei reati di natura predatoria ed il contrasto alla criminalità legata al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Da inizio settimana  pattuglie della Compagnia di Frosinone, unitamente a due Squadre di Intervento Operativo  dell’8^ Reggimento Carabinieri Lazio, supportati da unità cinofile del Nucleo di Ponte Galeria, stanno procedendo a mirati controlli  nelle aree della città  con alta densità criminale ed elevata  incidenza di illegalità.

I servizi  straordinari  si inquadrano  nella  più  ampia strategia a tutela della  sicurezza pubblica convenuta  in  seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica  presieduto il 27 u.s. dal Ministro dell’Interno  Matteo Piantedosi.

Le operazioni hanno interessato i complessi di edilizia popolare della città, piazze di spaccio di sostanze stupefacenti, ove sono state eseguite anche perquisizioni domiciliari per la ricerca di sostanze stupefacenti e di armi, con l’ausilio di cani antiesplosivo e cani antidroga.

Attenzione particolare è stata posta anche nelle aree della stazione ferroviaria e di stazionamento degli autobus, ove si registra un notevole afflusso di persone e viaggiatori, con mirati controlli a soggetti di nazionalità straniera per verificare il regolare soggiorno sul territorio italiano.

Nel corso delle operazioni sono state identificate 85 persone e controllati oltre 50 veicoli e sono state effettuate alcune ispezioni. Due persone sono state trovate in possesso di altrettanti coltelli a serramanico, immediatamente sequestrati, e sono stati pertanto denunciati alla Procura di Frosinone. Altri due soggetti hanno tentato di occultare alcuni grammi di cocaina e di hashish e sono stati quindi segnalati come assuntori alla Prefettura per l’adozione dei provvedimenti amministrativi di competenza.

I controlli sono stati estesi anche ai detentori di armi. All’interno di un’abitazione i Carabinieri, supportati dalle unità cinofile, hanno trovato una rivoltella e oltre 70 munizioni calibro 38 non denunciate. Anche in questo caso il detentore dovrà rispondere delle sue azioni in Procura.

Intensificati anche i controlli delle persone sottoposte agli arresti domiciliari, finalizzati ad accertarsi che i soggetti ristretti abbiano cessato le loro condotte illecite. Nel corso dei 21 verifiche non sono emerse violazioni di sorta.

I servizi straordinari proseguiranno anche nei prossimi giorni, anche in altre aree della provincia particolarmente sensibili sotto il profilo della sicurezza pubblica, con l’obiettivo di incrementare  il livello di sicurezza dei cittadini e la qualità della vita  nella provincia.  Massimo è l’impegno dell’Arma  nel  contrastare qualsiasi fenomeno di illegalità  fornendo il massimo  supporto alla popolazione, soprattutto alle c.d. fasce deboli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights