Spread the love

Ospite della rassegna dedicata all’inclusione e all’integrazione sociale il Senatore della Repubblica Italiano On. Giorgio Salvitti. Presenti centri e associazioni che si occupano di disagio e disabilità.

Sabato 15 giugno si è conclusa la XII edizione di Corto ma non troppo!, il festival di cortometraggi organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale L’ONDA e dalle strutture residenziali socio riabilitative Casa Johnny e Casa Mary con il patrocinio del Comune di Paliano, della Regione Lazio e dell’ASL di Frosinone. Un evento a cui partecipano tante strutture impegnate quotidianamente nell’ambito del disagio psichico, fisico e sociale e che da anni interessa l’intera città di Paliano.

L’evento ha animato il Comune di Paliano per tre giornate all’insegna del cinema, dell’arte e della musica. Proiezioni dei cortometraggi in concorso e musica dell’AzzTherapy band, composta da operatori e utenti delle strutture residenziali socio riabilitative Casa Johnny e Casa Mary. Stefano Redaelli scrittore e professore di Letteratura all’Università di Varsavia, il dott. Santo Rullo e l’Artista Paolo Signore hanno partecipato venerdì 14 giugno e hanno condiviso il loro punto di vista sull’importanza della scrittura e della lettura nel percorso riabilitativo. Sono stati ospiti centri diurni e realtà che si occupano di riabilitazione provenienti da Roma, Lariano, Castrocielo e in collegamento da tutta Italia.

Ad aumentare anno dopo anno non è solo la partecipazione delle strutture, ma anche l’interesse da parte delle istituzioni. Ha presenziato il Senatore della Repubblica Italiana On. Giorgio Salvitti che è intervenuto sottolineando l’importanza di conoscere più da vicino la realtà di difficoltà e disagio delle persone che fanno percorsi di riabilitazione. «L’uomo ha paura di ciò che non conosce. – ha dichiarato l’On. Salvitti – Vedere queste pellicole consente di conoscere quella che è la realtà di difficoltà che vivono queste persone. Conoscere questo mondo è importante per tutti noi, perché la conoscenza è lo strumento migliore per aiutare queste persone e inserirle nella società». In rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, il Consigliere Serena Montesanti: «Con grande piacere ho partecipato alla fase conclusiva del Festival “Corto ma non troppo!”, un evento che è ormai entrato a pieno titolo nel calendario delle iniziative che si svolgono nel comune di Paliano. È una kermesse che celebra la diversità e la  promozione dell’inclusione sociale, un momento di condivisione e di incontro delle diverse realtà che potrebbero essere a rischio di esclusione sociale e che invece, con queste iniziative si rendono realmente interpreti e protagonisti di un proprio lavoro».

«Quest’iniziativa – ha dichiarato il Sindaco Domenico Alfieri – oltre che rappresentare un’opportunità per i pazienti in riabilitazione per esprimere le proprie emozioni e i propri pensieri, permette al resto della società di avvicinarsi alla comprensione delle problematiche della malattia mentale e alla promozione dell’inclusione sociale. Inclusione che è ormai una costante nel nostro paese grazie alle tante attività proposte da “Casa Johnny & Mary”: il gruppo musicale, il presepe dedicato a Willy Monteiro Duarte, i murales eseguiti nel territorio e il pluriennale festival. Ringrazio dunque a nome dell’Amministrazione Comunale l’Associazione “L’Onda” e “Casa Johnny & Mary” per questo festival che negli anni ha raggiunto una risonanza a livello nazionale e che siamo molto orgogliosi di ospitare».

PREMI E VINCITORI DELLA XII EDIZIONE

Le mattonelle premio per i cortometraggi vincitori del concorso sono state realizzate dal laboratorio di ceramica della Casa Circondariale di Paliano.

Al primo posto BUFFER ZONE di Savvas Stavrou, cortometraggio inglese-cipriota sull’amore fra due giovani soldati che si innamorano e fuggono dalle loro opprimenti paure attraverso la musica. Al secondo posto IVALU di Anders Walter e Pipaluk K. Jørgensen, cortometraggio danese sulla scomparsa di una giovanissima donna e sulle disperate ricerche della sorellina. Al terzo posto l’italiana Beatrice Vargiu con ARRIVERÀ L’AURORA, intenso corto sulla forza della memoria collettiva.

Premiati anche il regista Valerio Cammarata e i ragazzi dell’Associazione Nazionale di Famiglie e Persone con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo (ANFASS) di Caltanissetta con il cortometraggio SEMPLICE, L’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra (ANVC) Piemonte e Valle D’Aosta e il loro Presidente Nicolas Marzolino con il cortometraggio OLTRE IL BUIO. UNA SCELTA PER LA PACE, e i ragazzi della struttura residenziale socio riabilitativa Villa Lucrezia di Castrocielo che con il loro corto SULLA CORDA TESA DELLA FOLLIA rispettivamente primo, secondo e terzo posto del Premio Speciale Ricomincio da Te… Massimo.

Il cortometraggio CICCILLO di Mariano Tamburrini ha vinto il Premio Speciale L’Angolo di Marianna al Miglior Corto per originalità della storia.

Il Corto… ma non troppo! è un evento che diventa sempre più grande e sempre più importante. Grazie a questa iniziativa abbiamo modo di coinvolgere strutture e realtà che altrimenti sono sempre sole, come noi. Vedere questa partecipazione ci riempie di emozione e ci convince che siamo sulla strada giusta! – commenta così il Direttore Artistico  e amministratore delle strutture psichiatriche palianesi Enzo Prisco.

Main sponsor della manifestazione Banca del Credito Cooperativo – Cassa Rurale di Paliano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights