News Ceccano

CECCANO (Fr): Arrestato 60enne condannato a  4 anni e  mesi 6 di reclusione per riciclaggio.

I Carabinieri della Stazione di Ceccano (Fr) hanno proceduto all’arresto di un 60enne del luogo in esecuzione di ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Milano.

I militari, rintracciato l’uomo,  hanno proceduto alla notifica del provvedimento di carcerazione  che dispone l’espiazione della pena detentiva di anni 4 e mesi 6 di reclusione, a seguito di condanna passata in giudicato,  per il reato di riciclaggio,  delitto  commesso a  Milano  nell’anno 2018.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Frosinone per l’espiane della pena, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

CECCANO (Fr): Viola le prescrizioni della detenzione domiciliare; 30enne arrestato e trasferito in carcere.  

I Carabinieri della Stazione di Ceccano (Fr) hanno proceduto all’arresto di un 30enne del luogo, noto alle forze dell’ordine, in esecuzione di ordinanza di sostituzione della misura della detenzione domiciliare con la custodia in carcere, emessa dall’Ufficio di Sorveglianza di Frosinone

Il giovane, sottoposto alla misura della detenzione domiciliare presso la sua abitazione, in seguito a condanna  ad anni 1 e mesi 6 di reclusione per il reato di estorsione commesso in Ceccano nell’anno 2022, violava ripetutamente le prescrizioni imposte che accertate e prontamente segnalate dai Carabinieri di Ceccano all’Autorità Giudiziaria, hanno determinato la revoca del beneficio.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto  presso la casa Circondariale di Frosinone come disposto dal Magistrato di Sorveglianza.

CECCANO: Arrestato un 38enne italiano sorpreso con 21 dosi di cocaina durante un controllo ai domiciliari.

Lunedì pomeriggio i Carabinieri della Stazione di Ceccano stavano effettuando uno dei consueti controlli delle persone sottoposte agli arresti domiciliari quando si sono trovati di fronte ad una scena inaspettata.

All’interno dell’appartamento del soggetto ristretto ai domiciliari, nei cui confronti pende un procedimento penale per spaccio di sostanze stupefacenti, hanno infatti sorpreso anche un altro individuo gravato da precedenti per droga, la cui presenza non era in alcun modo autorizzata.

La possibilità che i due stessero ancora attuando delle condotte illecite è parsa evidente ed i Carabinieri della Stazione di Ceccano hanno deciso di perquisire nell’immediatezza l’”intruso”, rinvenendo, in un tovagliolo riposto nella tasca del suo pantalone, 21 dosi di cocaina, per un peso complessivo di circa 6 grammi, oltre a diverse banconote da 20 euro. I militari lo hanno poi portato presso la sua abitazione, dove hanno trovato anche 2 bilancini di precisione, utilizzati per il confezionamento delle dosi, ancora intrisi di sostanza stupefacente.

I militari hanno proceduto pertanto all’arresto dell’uomo che, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato posto agli arresti domiciliari. Nel corso nel successivo rito per direttissima, l’Ufficio GIP presso il Tribunale di Frosinone, su richiesta della Procura della Repubblica, ha convalidato l’arresto e ha disposto la detenzione in carcere.

È obbligo rilevare che l’indagato, destinatario della misura cautelare, è, allo stato, solamente indiziato di delitto, e la sua posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo la emissione di una sentenza passata in giudicato in ossequio ai principi costituzionali di presunzione di innocenza.

CECCANO: vendevano fuochi d’artificio senza registratore di cassa e autorizzazioni amministrative. Sanzionati da Carabinieri e Finanzieri.

Fine anno di controlli per i Carabinieri della Stazione di Ceccano e per la Guardia di Finanza di Frosinone, che, nel pomeriggio del 31 dicembre, hanno focalizzato la loro attenzione sui venditori ambulanti di materiale pirotecnico operanti sul territorio ceccanese al fine di verificare se fossero in regola con le autorizzazioni amministrative e fiscali necessarie.

I controlli congiunti di Carabinieri e Finanzieri hanno portato alla elevazione di sanzioni amministrative per circa 6.000 euro nei confronti di 5 commercianti, operanti in varie zone della città, che esercitavano le loro attività in assenza di registratore di cassa. Uno di loro è stato inoltre sanzionato anche perché privo di autorizzazione alla occupazione di suolo pubblico.

CECCANO (FR): Spaccio di cocaina; convalidato l’arresto del 35enne.

I Carabinieri della Stazione di Ceccano (FR), nella mattinata del  20 novembre  2023, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per “detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio” un 35enne di Ceccano, con precedenti di polizia. I militari, nel corso di un servizio finalizzato alla repressione dei reati in materia di stupefacenti,, facevano accesso nell’abitazione occupata dal  predetto, rinvenendo, a seguito di perquisizione domiciliare,  gr.18 di sostanza stupefacente del tipo cocaina, 13 dosi del medesimo stupefacente già confezionato in dosi, nonché 1 bilancino di precisione, vario materiale per il confezionamento delle dosi e la somma di euro 470,00 in banconote di vario taglio, ritenuta  provento dell’illecita attività.

L’arrestato dopo le formalità di rito e secondo quanto disposto dalla Procura di  Frosinone è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa dell’udienza di convalida. Nella giornata di ieri  il GIP del tribunale di Frosinone, dopo aver convalidato la misura disposta dai Carabinieri,  ha applicato all’indagato la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

È obbligo rilevare che l’indagato, destinatario della misura  cautelare, è, allo stato, solamente indiziato di delitto, e la  sua  posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo la emissione di una sentenza passata in giudicato in ossequio ai principi costituzionali di presunzione di innocenza.

Ceccano -Con il patrocinio del Comune e l’associazione Pro Vita e Famiglia “Un figlio a tutti i costi”: Dal desiderio di genitorialità alla maternità surrogata tra vecchie e nuove schiavitù

Un evento con Simona Riccardi, Paolo Gulisano, Daniele Trabucco e Jacopo Coghe
Ceccano – Con il patrocinio del Comune di Ceccano e l’associazione La Contea – Provita & Famiglia, sabato 18 novembre alle ore 17,30 presso la Sala parrocchiale Santa Maria a Fiume si svolgerà un momento di riflessione e non solo su un argomento più che mai attuale e non banale: “Un figlio a tutti i costi”; dal desiderio di genitorialità alla maternità surrogata tra vecchie e nuove schiavitù. All’evento porterà i saluti il parroco di Santa Maria a Fiume don Sebastiano Chirayath, ed il consigliere comunale con delega alle Pari opportunità professoressa Mariella Bruni. Modera i lavori l’avvocato Rino LIburdi. Interverranno fattivamente con preziosi contributi la professoressa Simona Riccardi autrice del romanzo “Agar e Sara” edito dalle edizioni Paoline. Sara, Abramo e Agar: un caso di utero in affitto ante litteram? Don Antonino Antonetti parroco di San Nicola, San Giovanni e Sacro Cuore di Ceccano si soffermerà sugli aspetti etici e religiosi della maternità surrogata. In collegamento video il dottor Paolo Gulisano medico epidemiologo, cultore di bioetica e scrittore tratterà dei temi legati a La Procreatica:  dalla Medicina della cura a quella dei desideri; Daniele Trabucco professore di Diritto costituzionale e Diritto pubblico comparato che parlerà dell’Internazionalizzazione del reato di maternità surrogata; spetterà al dottor Jacopo Coghe portavoce di  Pro Vita e Famiglia relazionare su Utero in affitto: Il supermercato dei desideri.

CECCANO (FR): Spaccio di stupefacenti; arrestato un 43enne.

Convalidato l’arresto per spaccio di stupefacenti operato dai Carabinieri di Ceccano (FR) l’11 novembre u.s..

Nella serata dell’11.11 2023, i Carabinieri della Stazione di Ceccano, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per “detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio” un 43 enne di Ceccano, già noto alle forze dell’ordine per reati della stessa indole . I militari, nel corso di un servizio finalizzato alla repressione dei reati in materia di stupefacenti, dopo un prolungato servizio di osservazione in quella via Marano, con l’ausilio di unità cinofile di Roma Ponte Galeria, facevano accesso nell’abitazione occupata dal predetto e procedevano alla perquisizione domiciliare , a seguito della quale venivano rinvenuti  nr. 12 involucri  di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”, per un peso complessivo di 8,4 grammi e la somma di euro 240,00, ritenuta  provento dello spaccio.

L’arrestato dopo le formalità di rito e secondo quanto disposto dal Tribunale di Frosinone è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa dell’udienza di convalida.

Nella giornata di ieri il GIP del Tribunale di Frosinone, dopo aver convalidato l’operato della Polizia Giudiziaria, ha applicato a carico dell’indagato la misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

È obbligo rilevare che l’indagato, destinatario della misura  cautelare, è, allo stato, solamente indiziato di delitto, e la sua posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo la emissione di una sentenza passata in giudicato in ossequio ai principi costituzionali di presunzione di innocenza.

CECCANO (FR): Arrestato un 33enne italiano per tentata estorsione aggravata ai danni dei genitori

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Stazione di Ceccano hanno arrestato un 33enne italiano, che aveva tentato di estorcere denaro ai suoi genitori.

Nel tardo pomeriggio di sabato i Carabinieri hanno ricevuto una richiesta di intervento urgente presso l’abitazione di una coppia di coniugi sessantenni, esasperati dalle minacce del figlio. Non era la prima volta che i militari intervenivano in quello stabile, ormai noto per la triste situazione familiare di chi vive al suo interno. In passato, l’uomo era stato anche destinatario di un provvedimento di ammonimento da parte del Questore, che lo aveva invitato a porre fine alle sue condotte vessatorie. Fino agli avvenimenti di sabato, tuttavia, i genitori non avevano voluto denunciarlo. Quando hanno fatto il loro ingresso nell’abitazione, i Carabinieri si sono trovati di fronte ad una situazione nuova, indicativa di un innalzamento del livello di pericolosità dell’uomo. Il 33enne disponeva infatti di un coltello con una lama di 21 cm di lunghezza, utilizzato per intimidire i suoi genitori e costringerli a consegnargli il denaro.

I militari hanno proceduto pertanto all’arresto dell’uomo che, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato condotto al carcere di Frosinone. Il GIP, dopo aver convalidato l’operato della Polizia Giudiziaria,  ha disposto la custodia cautelare in carcere in attesa del processo.

È obbligo rilevare che l’indagato, destinatario della misura cautelare, è, allo stato, solamente indiziato di delitto, e la sua posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo la emissione di una sentenza passata in giudicato in ossequio ai principi costituzionali di presunzione di innocenza.

CECCANO (FR): Arrestato 60enne per “bancarotta fraudolenta”; deve espiare una condanna di anni 3 di reclusione.

I Carabinieri della Stazione di Ceccano (FR) hanno proceduto all’arresto di un 60enne del luogo, in ottemperanza ad un ordine di carcerazione  emesso dall’Ufficio esecuzioni  penali della Procura presso il Tribunale di Frosinone.

I Militari dopo aver rintracciato l’uomo, hanno dato esecuzione al provvedimento dovendo l’arrestato espiare una pena definitiva di anni 3  di reclusione per il reato di “bancarotta fraudolenta”  commesso in Frosinone nell’anno 2010.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Frosinone, ove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Violenza di genere: la Polizia di Stato incontra i giovani “tirocinanti” di Telefono Rosa.

Frequentanti il liceo Scientifico di Ceccano, hanno partecipato ad un convegno sulla tematica, il cui relatore è stato il Direttore Tecnico Superiore Psicologo della Polizia di Stato Cristina Pagliarosi.

Nell’ambito di una proficua collaborazione della Polizia di Stato con le istituzioni e gli enti presenti sul territorio, gli studenti del liceo Scientifico di Ceccano hanno partecipato ad un convegno presso la sala conferenze della Questura.

Relatore dell’evento è stato il Direttore Tecnico Superiore Psicologo della Polizia di Stato Cristina Pagliarosi.

Con l’occasione  i giovani, che stanno effettuando percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento con l’Associazione Volontarie Telefono Rosa Frosinone Regione Lazio ODV, su tematiche riguardanti la violenza di genere ed il funzionamento della rete antiviolenza che supporta le vittime, hanno avuto modo di visitare anche la green room.

La stanza, realizzata creando un ambiente confortevole e allestita in modo accogliente, è uno spazio dove poliziotti formati e specializzati nell’ascolto, sono  in grado di  intercettare e gestire il “disagio” e la paura di vittime e testimoni considerati vulnerabili.

Un contesto realizzato, secondo i principi della psicologia ambientale, affinché venga percepito come “spazio” rassicurante e di fiducia: il verde è il colore delle pareti su cui emerge anche il  simbolico albero della vita.

Anche l’iniziativa di questa mattina è stata voluta dal Questore Condello, che costantemente promuove in ambito provinciale  attività di sensibilizzazione a sostegno delle fasce più deboli e di promozione della legalità.

Verified by MonsterInsights