News Atina

Altri tre comuni della ciociaria Bandiera Arancione. Gianluca Quadrini: “un’opportunità unica per la valorizzazione e il prestigio del territorio.”

Dopo San Donato Val di Comino, Collepardo e Picinisco, il Touring Club Italia assegna altre tre bandiere arancioni ai borghi della ciociaria. Questa volta a ricevere il riconoscimento sono il comune di Atina, Castro de Volsci e Trevi nel Lazio. Un prestigioso riconoscimento che testimonia le grandi eccellenze del territorio, sia in termini ambientali, culturali, enogastronomici, che in termini di accoglienza turistica.
“La Bandiera Arancione assegnata ai borghi della nostra provincia rappresenta un’importante attestato di qualità per i comuni, grazie al loro centro storico, riconosciuto per la sua autenticità, conservazione e carattere distintivo. Il paesaggio circostante, unitamente al ricco patrimonio storico-culturale e naturalistico, contribuisce a rendere i nostri luoghi delle vere gemme da scoprire. Questo riconoscimento è la prova tangibile del valore e della varietà degli attrattori storico-culturali e naturalistici che il nostro territorio ha da offrire.” Afferma il Presidente del Consiglio della Provincia di Frosinone, Gianluca Quadrini, che sottolinea l’importanza di questa opportunità nel valorizzare la qualità della vita delle comunità.
“Riconoscendo e promuovendo le radici storiche e culturali dei nostri luoghi, questa ambita assegnazione offre una straordinaria occasione per garantire ai visitatori e alle generazioni future la possibilità di ammirare e apprezzare le meraviglie della nostra provincia.
Il Presidente del consiglio esprime il suo apprezzamento per l’attenzione e l’impegno delle amministrazioni comunali verso le loro comunità –  “È grazie a questo costante impegno che si garantisce il benessere dei cittadini e un’ottima qualità della vita all’interno dei nostri territori” e  rinnova i suoi complimenti ai Comuni insigniti della Bandiera Arancione e si impegna a continuare a lavorare insieme per promuovere e preservare le bellezze e le eccellenze del nostro territorio.

ATINA (FR): Arrestato 33enne per stalking.

Nei giorni scorsi  i Carabinieri della Stazione di Atina hanno tratto in arresto un 33enne del posto, già noto alle forze dell’ordine per stalking e per resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo, già colpito da ammonimento del Questore di Frosinone per atteggiamenti persecutori nei confronti di una donna con cui ha avuto una relazione affettiva, non accettando la fine della loro storia si è presentato alla porta della sua abitazione e ha reiterato le molestie. La Donna, spaventata, ha immediatamente chiamato i carabinieri ma lui, alla loro vista, per evitare il controllo, li ha aggrediti colpendoli ripetutamente ma i militari sono riusciti a immobilizzarlo. L’uomo è stato assicurato alla giustizia e sottoposto agli arresti domiciliari, ora rispondere del proprio comportamento dinanzi al Tribunale di Cassino.

Continua l’impegno dei Carabinieri della Compagnia di Cassino e delle Stazioni dipendenti nel quotidiano contrasto di ogni forma d’illegalità e nel mostrare vicinanza ai soggetti più deboli che, tramite i numeri di emergenza 112 e 1522 possono trovare sempre qualcuno pronto ad ascoltarli.

ATINA(FR):  Molesta l’ex marito; applicato braccialetto elettronico ad una 47enne.

Lo scorso 12 gennaio, i Carabinieri della Stazione di Atina (FR) hanno eseguito una misura cautelare personale nei confronti di una 47enne del posto che per oltre un anno ha molestato l’ex marito. La donna, già nota alle forze dell’ordine, tra settembre 2022 e novembre 2023, ha tenuto una serie di comportamenti vessatori nei confronti dell’ex coniuge che, di volta in volta non ha esitato a denunciare. Il Tribunale di Cassino ha disposto nei confronti della stalker l’applicazione del braccialetto elettronico che consentirà alle forze dell’ordine di essere avvisate in tempo reale ogni volta che si avvicinerà all’ex marito.

Continua l’impegno dei Carabinieri della Compagnia di Cassino e delle Stazioni dipendenti nel quotidiano contrasto di ogni forma d’illegalità e nel mostrare vicinanza ai soggetti più deboli che tramite i numeri di emergenza 112 e 1522 possono trovare sempre qualcuno pronto ad ascoltarli.

ATINA (FR): Divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dall’ex compagna

I Carabinieri della Stazione di Atina, su disposizione del G.I.P. di Cassino, hanno eseguito la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dall’ex compagna nei confronti di un 37enne di Sora già noto alle forze dell’ordine poiché, dalle risultanze investigative raccolte a suo carico, sono emersi indizi di colpevolezza in ordine al reato di stalking in danno della donna che, pochi giorni fa, lo aveva denunciato. Anche questa vicenda si colloca in un periodo storico particolarmente sensibile ai reati di genere e, i Carabinieri, protagonisti di questi tempi, sono quotidianamente impegnati a contrastare ogni forma di violenza e illegalità mostrando la propria vicinanza alle donne che, tramite i numeri di emergenza 112 e 1522 possono trovare sempre qualcuno pronto ad ascoltarle.

Polizia di Stato: Il Questore dispone un ammonimento per un uomo di Atina.

Il cinquantanovenne ha tormentato a lungo una giovane della quale si era invaghito.

Il Questore di Frosinone Domenico Condello ha disposto la misura dell’ammonimento nei confronti di un uomo di Atina che per mesi ha messo in atto una condotta persecutoria in danno di una ragazza di 28 anni.

La giovane aveva iniziato a soffrire le morbose attenzioni dell’uomo, col quale però non aveva mai avuto alcun tipo di rapporto. In particolare lo stesso aveva preso ad appostarsi nei pressi dell’abitazione della donna, o vicino al posto di lavoro, aveva iniziato a chiedere a terze persone informazioni sulla sua vittima e sulle sue abitudini.

Non solo, accecato dalla gelosia non si era trattenuto dal fare delle vere e proprie scenate agli amici della ragazza e ai clienti dell’attività commerciale presso la quale la vittima è impiegata.

La donna, a causa delle reiterate ingerenze nella sua vita privata da parte dell’uomo, nonostante non avesse mai in alcun modo incoraggiato lo stesso circa la possibilità di intrecciare con lui una relazione sentimentale, stanca e spaventata da questi atteggiamenti e temendo per la sua incolumità, si è rivolta alla Polizia di Stato per richiedere l’emissione del provvedimento di ammonimento nei confronti del cinquantanovenne.

Dopo l’istruttoria operata dal personale della Polizia Anticrimine, il provvedimento è stato emesso e notificato al destinatario, con l’intimazione a tenere una condotta conforma alla legge e a cessare ogni azione persecutoria nei confronti della ventottenne.

L’uomo è stato anche informato circa la possibilità di rivolgersi al centro istituito presso la ASL di Frosinone, per essere avviato ad un percorso riservato agli autori di condotte persecutorie, come previsto dal protocollo “Zeus”, siglato dalla Questura di Frosinone e dalla ASL di F nel mese di luglio e destinato ai cosiddetti “maltrattanti”.

Verified by MonsterInsights