News Cassino

CASSINO (FR: Arrestato 39enne; dall’obbligo di dimora agli arresti domiciliari per furto.

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Cassino hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare a carico di un 39enne di Cassino, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo, durante la sottoposizione all’obbligo di dimora nel comune di Cassino comminatogli a seguito di un furto aggravato commesso lo scorso anno, è stato nuovamente scoperto a compiere la medesima attività delittuosa e, questa volta, sottoposto agli arresti domiciliari, misura più attinente alla sua indole criminale.

Continua ininterrottamente l’impegno dei Carabinieri della Compagnia di Cassino, del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni dipendenti nel quotidiano contrasto di ogni forma d’illegalità, con particolare attenzione ai c.d. reati predatori, particolarmente afflittivi per la popolazione.

CASSINO (FR): Il Comandante della Compagnia, Giovanni Anastasia, promosso Tenente Colonnello.

Il Maggiore  Giovanni Anastasia, giunto  nella Citta Martire nel settembre 2022, al comando della  Compagnia Carabinieri  di Cassino (Fr), è stato promosso al grado di Tenente Colonnello. Arruolato nelle file dell’Arma nel 1996, inizialmente quale carabiniere ausiliario, al termine del periodo di istruzione presso la Scuola Marescialli e Brigadieri di Firenze, nel 1999, veniva destinato con il grado di Maresciallo alla Stazione di Milano Porta Sempione. Nel 2006, dopo aver frequentato la Scuola Ufficiali Carabinieri, veniva destinato ad Empoli (Fi) quale Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia. Dal 2012 ha ricoperto vari incarichi di comando presso prestigiosi reparti territoriali dell’Arma della Capitale, per poi approdare nel 2022 in ciociaria.

Nel corso di una breve cerimonia tenutasi presso il Comando Provinciale di Frosinone, il Col. Gabriele Mattioli, si è congratulato con l’Ufficiale  superiore per il traguardo raggiunto. Nella circostanza  gli ha consegnato  i nuovi gradi da indossare, una torre e due stelle.

Al neo Tenente Colonnello le congratulazioni degli Ufficiali e di tutti i colleghi dell’Arma di Frosinone e Cassino.

CASSINO (FR): Agli arresti domiciliari per rapina, viola le prescrizioni; tradotto in carcere.

I Carabinieri della Stazione di Cassino (Fr) hanno tratto in arresto un 39enne residente nella Capitale ma domiciliato nella Città Martire, già noto alle forze dell’ordine, in esecuzione di ordinanza di ripristino della custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Appello di Roma.

Il provvedimento di revoca dei domiciliari, beneficio ottenuto dall’uomo nell’ambito di un procedimento penale a suo carico per il reato di rapina aggravata commessa nell’hinterland romano, trae origine da una serie di violazioni alle prescrizioni accertate e comunicate all’autorità giudiziaria dai militari della Stazione di Cassino.

Il 39enne, al termine delle formalità di rito, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Cassino a disposizione dell’autorità giudiziaria competente.

Prosegue l’impegno quotidiano degli uomini e delle donne della Compagnia Carabinieri di Cassino per la prevenzione e repressione di ogni forma di illegalità, con particolare riferimento al controllo sull’esatta osservanza delle prescrizioni imposte ai detenuti beneficiari di misure alternative al carcere.

CASSINO (FR):  MALTRATTAMENTI NEI CONFRONTI DELLA EX MOGLIE. UN 31ENNE SOTTOPOSTO ALL’AGGRAVIO  DI UN PROVVEDIMENTO A CUI ERA GIA’ SOTTOPOSTO.

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Cassino hanno eseguito una misura cautelare personale nei confronti di un 31enne di Ausonia, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo, già gravato dall’obbligo di dimora nel comune di Cervaro, è stato sottoposto anche all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, così come disposto  dal Tribunale di Cassino, a seguito dei reiterati maltrattamenti denunciati dalla ex moglie.

Continua ininterrottamente l’impegno dei Carabinieri della Compagnia di Cassino, del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni dipendenti nel quotidiano contrasto di ogni forma d’illegalità, con particolare attenzione alle fasce di popolazione più deboli.

Cassino:  studenti intimiditi e rapinati. 25enne  bloccato ed arrestato  da un carabiniere libero dal servizio.

Nella serata di venerdì 3 maggio 2024, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cassino, coadiuvati dai colleghi della Stazione di Vallerotonda, hanno arrestato un 25enne di origini campane ma domiciliato nella Città Martire, già noto alle forze dell’ordine, poiché resosi responsabile di rapina.

Il giovane, poco prima, si è avvicinato a due studenti, in attesa dell’autobus ad una fermata della stazione ferroviaria di Cassino, e dopo averli intimiditi pronunciando nei loro confronti frasi minacciose, si è fatto consegnare da uno di essi dieci euro che custodiva nel portafoglio, fuggendo poi per le vie della città.

Poco dopo, sempre nello stesso luogo, si è verificato un altro analogo tentativo, non riuscito, nei confronti di tre studenti minori.

L’azione delittuosa non è sfuggita ad un carabiniere, libero dal servizio, appartenente alla Sezione Radiomobile della Compagnia di Cassino, che passeggiando per le strade cittadine ha notato l’uomo darsi a precipitosa fuga in sella ad una bicicletta. Raggiunto dopo un breve inseguimento, dopo essersi qualificato, è riuscito a bloccare e trattenere il rapinatore fino all’arrivo dei colleghi della Stazione di Vallerotonda.

La refurtiva è stata recuperata e restituita allo studente.

Al termine delle formalità di rito, l’uomo è stato condotto presso il proprio domicilio in attesa dell’udienza di convalida che, svoltasi successivamente, sentenziava la  convalida dell’ arresto e la  contestuale  riconferma della misura della “libertà vigilata” presso  una   struttura terapeutica sita nel cassinate.

Prosegue l’impegno quotidiano degli uomini e delle donne della Compagnia Carabinieri di Cassino per la prevenzione e repressione di ogni forma di illegalità. (

CASSINO (FR) Condannato per spaccio di stupefacenti e porto abusivo di armi  si consegna Carabinieri di Cassino.

Un 49enne di origini campane ma residente nella Città Martire, già noto alle forze dell’ordine, si è consegnato ai Carabinieri della Stazione di Cassino che lo hanno tratto in arresto in ottemperanza ad un provvedimento di esecuzione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone.

L’ordinanza trae origine da un cumulo di sentenze di condanna divenute irrevocabili per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e porto abusivo di armi, reati commessi a Napoli nel 2017 e Frosinone negli anni 2018 e 2019.

L’uomo, al termine delle formalità di rito, è stato condotto presso la locale Casa Circondariale per l’espiazione della pena di anni quattro, mesi due e giorni ventinove di reclusione.

Prosegue l’impegno quotidiano degli uomini e delle donne della Compagnia Carabinieri di Cassino sia per la prevenzione e repressione di ogni forma di illegalità sia per assicurare il risultato dei processi già conclusi con sentenza di condanna.

 

CASSINO (FR):RAPINA PRESSO ESERCIZIO COMMERCIALE. ARRESTATA 52ENNE.

Lo scorso 26 aprile, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cassino hanno arrestato una 52enne originaria del napoletano, da tempo residente a Piedimonte San Germano (FR), già nota alle forze dell’ordine, poiché bloccata  mentre si allontanava repentinamente da un’attività commerciale di Cassino dopo aver consumato un furto. Rincorsa e raggiunta dalla titolare del negozio, al fine di guadagnarsi la fuga, la colpiva ripetutamente con calci e pugni procurandole lesioni in diverse parti del corpo. La scena è accaduta sotto gli occhi vigili dei Carabinieri che intervenivano immediatamente bloccando la ladra.  Per la donna sono scattate le manette ed è stata sottoposta agli arresti domiciliari in attesa di comparire dinanzi al Tribunale di Cassino verrà giudicata per i reati di rapina e lesioni.

Continua l’impegno dei Carabinieri della Compagnia di Cassino nel quotidiano contrasto di ogni forma di illegalità in risposta alla richiesta di sicurezza della popolazione cassinate e dei paesi limitrofi.

I Carabinieri della  Stazione di Cassino  (FR) hanno arrestato un 26enne residente nella Capitale, già noto alle forze dell’ordine, in ottemperanza ad un’ordinanza di ripristino della detenzione in carcere emessa dall’Ufficio di Sorveglianza di Frosinone.

Il giovane, che era già sottoposto alla misura alternativa alla detenzione dell’affidamento in prova ai servizi sociali nella Città di Cassino, derivante dalle sentenze di condanna per rapina e furto con strappo, reati commessi a Roma nel 2021, è stato raggiunto dall’ordinanza di ripristino della detenzione in carcere disposta dall’Autorità Giudiziaria a seguito di gravi violazioni delle prescrizioni accertate dai militari della Stazione Carabinieri della Città Martire.

Al termine delle formalità di rito, il condannato è stato condotto presso la Casa Circondariale di Cassino per proseguire l’espiazione della pena fino al 2027.

Prosegue l’impegno quotidiano degli uomini e delle donne della Compagnia Carabinieri di Cassino sia per la prevenzione e repressione di ogni forma di illegalità sia per assicurare l’esecuzione delle misure disposte nel corso  dei processi già conclusi con sentenza di condanna.

CASSINO (FR): Guida in stato di ebrezza; arrestato 33enne ucraino.

I militari della Stazione Carabinieri di Piedimonte San Germano hanno eseguito un’ordinanza emessa dall’ Ufficio Esecuzioni Penali presso il Tribunale di Cassino nei confronti di un 33enne ucraino responsabile di guida di autoveicolo in stato di ebbrezza alcolica.

I  militari rintracciato l’uomo hanno dato esecuzione al provvedimento detentivo che dispone  l’espiazione della pena di mesi 6 di reclusione a seguito di condanna definitiva  per il reato di guida in stato di ebrezza,  illecito commesso nell’anno 2019 nel comune di Pignataro Interamna (FR):

Al termine delle formalità di rito l’arrestato  è stato accompagnato presso il carcere di Cassino dove espierà la pena detentiva, oltre il pagamento di una sanzione pecuniaria pari a euro 1500.

Continua il quotidiano impegno dei Carabinieri della Compagnia di Cassino e delle stazioni dipendenti nel quotidiano contrasto di ogni forma di illegalità.

ARRESTO PER ESECUZIONE DI ORDINE PER LA CARCERAZIONE

I  Carabinieri della Stazione di Cassino (FR) hanno arrestato un 78enne di origini campane ma residente a Pontecorvo, già noto alle forze dell’ordine, in ottemperanza ad un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano.

Il provvedimento trae origine da un cumulo di sentenze di condanna divenute irrevocabili per reati di bancarotta fraudolenta, violazione delle leggi fiscali ed omesso versamento delle ritenute previdenziali e assistenziali commessi in Lombardia dal 2000 al 2017.

L’uomo, al termine delle formalità di rito, é stato condotto presso la propria abitazione dove permarrà in regime di detenzione domiciliare per l’espiazione della pena provvisoria di anni due di reclusione.

Prosegue l’impegno quotidiano degli uomini e delle donne della Compagnia Carabinieri di Cassino sia per la prevenzione e repressione di ogni forma di illegalità sia per assicurare l’esecuzione delle misure disposte nel corso  dei processi già conclusi con sentenza di condanna.

Verified by MonsterInsights