News Ceprano

LAVORI IN CORSO PER LA MESSA IN SICUREZZA DELLA S.P. N° 205 “PONTE S. MARIA IN SALICE CEPRANO”

Lavori in corso per la messa in sicurezza della S.P. 205 “Ponte S. Maria in Salice Ceprano”, nel tratto ubicato al chilometro 1+700 lato destro. L’intervento, voluto dall’Amministrazione provinciale del Presidente Luca Di Stefano, si sta svolgendo nell’ottica del costante impegno volto a garantire la sicurezza stradale e la fluidità della viabilità nel territorio, nell’ambito dell’iniziativa ‘Sulla Buona Strada’.

Gli interventi, in atto già da diversi giorni, prevedono un investimento totale di 105mila euro con opere mirate alla messa in sicurezza del tratto interessato con il consolidamento del corpo stradale attraverso il posizionamento di gabbioni metallici con pietrame calcareo, il ripristino della pavimentazione stradale con conglomerato bituminoso e la realizzazione di una nuova barriera stradale ai margini interessati. Sarà inoltre installata la necessaria segnaletica orizzontale.

Nel frattempo, per eliminare anche i pericoli per gli utenti della strada, derivanti dal deterioramento del manto stradale al chilometro 0+400 della stessa strada provinciale, si è provveduto a integrare le lavorazioni previste comprendendo anche il rifacimento del manto stradale e la realizzazione di segnaletica orizzontale per ulteriori 88 metri lineari, con larghezza media di oltre sette metri e mezzo.

Queste opere sono state ritenute indispensabili a seguito dello smottamento della scarpata a valle, verificatosi il 25 gennaio 2021 a causa di avverse condizioni meteorologiche, che avevano compromesso la continuità e la sicurezza del traffico. La strada provinciale S.P. 205 “Ponte S. Maria in Salice Ceprano”, infatti, è di fondamentale importanza per il collegamento tra i comuni di Ceprano e Castro Dei Volsci, caratterizzata prevalentemente da traffico locale. La lunghezza complessiva dell’arteria è di circa cinque chilometri e 836 metri, con una larghezza media della carreggiata di circa cinque metri.

Il Presidente della Provincia di Frosinone, Luca Di Stefano, ha dichiarato: “La sicurezza stradale è una priorità assoluta per la nostra Amministrazione provinciale. Gli interventi in corso sulla S.P. 205 rappresentano un ulteriore passo avanti nell’ambito dell’iniziativa ‘Sulla Buona Strada’, volta a garantire la sicurezza e la tranquillità dei nostri cittadini durante i loro spostamenti”.

Il Consigliere provinciale delegato alla Viabilità, Luigi Vittori, ha aggiunto: “Questi interventi sono fondamentali per ripristinare la normale viabilità e garantire la sicurezza degli automobilisti. Continueremo a monitorare da vicino i lavori per assicurare il completamento tempestivo e l’efficacia degli interventi”.

Il totale dell’investimento per questi interventi è di 105mila euro e rientra nell’iniziativa ‘Sulla Buona Strada’, promossa dall’Amministrazione provinciale del Presidente Di Stefano per migliorare la sicurezza stradale della provincia.

Ceprano (FR):  fermati tre minori per rapina.

Alle prime luci dell’alba del 28 settembre, i Carabinieri della Stazione di Ceprano (Fr), coadiuvati dai militari di Aquino (Fr) e Ausonia (Fr) e supportati, nelle fasi esecutive, dai colleghi delle Compagnie Carabinieri di Montesilvano (Pe), Mercato San Severino (Sa) e Viterbo, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di collocamento in comunità nei confronti di tre persone (due 17enni e un 16enne), tutti con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti, perché gravemente indiziati di concorso in rapina aggravata.

Il provvedimento cautelare, disposto dal Tribunale per i Minorenni di Roma, è stato emesso a seguito di una attività di indagine condotta dall’Arma di Ceprano subito dopo una rapina avvenuta, nello stesso Comune, nella tarda serata del 28 luglio u.s..

L’episodio, infatti, risale proprio a quella notte durante la quale, due giovani ragazzi provenienti da un paese limitrofo, giunti a Ceprano in occasione di una festa, furono fatti oggetto di una brutale aggressione da parte di tre loro coetanei, minorenni, che, per impossessarsi di un telefono cellulare che aveva una delle vittime, nonché di altro, non esitarono a percuoterli con pugni e calci su tutto il corpo, provocandogli contusioni al volto e alla spalla, che costrinse le vittime a ricorrere alle cure dei sanitari. Le indagini, avviate immediatamente dopo l’accaduto, hanno consentito, attraverso testimonianze ed acquisizioni di immagini di telecamere di videosorveglianza, di ricostruire l’intera vicenda ed identificare, nell’immediatezza, gli odierni indagati che, all’epoca dei fatti, erano già in custodia presso una comunità di Ceprano per altri reati.

Quanto accertato è stato possibile, oltre che dall’attività investigativa condotta, anche grazie alla tempestività dell’intervento da parte dei Carabinieri della locale Stazione, giunti immediatamente sul posto a seguito di una chiamata al Numero Unico di Emergenza 112 da parte di una donna del posto che, senza esitazione, chiamò il pronto intervento dopo avere prestato i primi soccorsi alle vittime. Nell’occasione, venne anche recuperato il telefono cellulare che, da uno degli aggressori, forse resosi conto della gravità di quanto aveva fatto, provò a disfarsene gettandolo poco lontano dal luogo dell’aggressione.

Per i tre giovanissimi, due romani e un salernitano, oggi si è stretto definitivamente il cerchio e, per loro, si sono spalancate le porte delle comunità di Montesilvano (PE), Soriano del Cimino (VT) e  San Marcellino

CEPRANO (Fr): Arrestato un 38enne;  deve espiare una pena di anni 2 mesi 3 di reclusione per ricettazione e indebito utilizzo carte di credito.

I  Carabinieri della Stazione di Ceprano (Fr), hanno proceduto nella serata di ieri  all’arresto di un 38enne del luogo,  noto alle forze  di polizia,  gravato da vari pregiudizi per reati  contro la persona ed il patrimonio.

Rintracciata la persona nel centro di Ceprano, i militari hanno dato esecuzione al provvedimento di carcerazione emesso dall’Ufficio esecuzioni penali della  Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone,  dovendo l’arrestato scontare la pena di anni 2 e mesi 3 di reclusione,  essendo stato condannato per i  reati di ricettazione,  minaccia e indebito utilizzo di carte di credito, delitti  commessi in Ceprano nell’anno 2007.

Al termine delle formalità di rito,  è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Frosinone, ove trascorrerà i prossimi anni per l’espiazione della pena,  come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Verified by MonsterInsights