News Ferentino

Cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria al Vicepresidente del Consiglio dei Ministri, on. Antonio Tajani. Gianluca Quadrini: “un segno tangibile del suo impegno verso il nostro territorio”.

Presso il palazzo comunale di Ferentino, il sindaco, Piergianni Fiorletta, e il consiglio comunale hanno conferito la cittadinanza onoraria al Vicepresidente del Consiglio dei Ministri e Ministro degli Esteri, Antonio Tajani. Un evento di straordinaria importanza per il territorio che ha visto la partecipazione delle più alte cariche civili e militari della provincia. Un riconoscimento del contributo significativo offerto dal Ministro alla comunità e al Paese nel suo complesso. La cerimonia ha rappresentato un momento emblematico per il legame speciale che il Ministro ha con il territorio di Ferentino, legame che risale alle radici familiari del Ministro stesso. È con profondo orgoglio che osserviamo come l’attenzione del Ministro verso la provincia di Frosinone sia radicata nei valori trasmessi dai suoi genitori, che hanno sempre mantenuto un forte legame con la terra d’origine. Presente alla cerimonia anche il Presidente del Consiglio della Provincia di Frosinone, Gianluca Quadrini, che ha sottolineato il costante impegno di Tajani verso le questioni che riguardano la provincia di Frosinone – “ha dimostrato una sensibilità unica e una volontà ferma nel promuovere lo sviluppo e il benessere della nostra comunità”. Afferma in una nota il Presidente Quadrini – “La sua presenza alla cerimonia di oggi è stata testimonianza tangibile di questa attenzione particolare e ha rappresentato un’opportunità straordinaria per rafforzare il legame tra Vicepresidente del Consiglio dei Ministri e il territorio. La sua volontà di costruire ponti solidi tra le istituzioni nazionali e la nostra comunità locale è un’opportunità che sono sicuro possa portare a risultati significativi per il nostro sviluppo e per il benessere dei nostri cittadini”. Il Presidente del Consiglio provinciale, Gianluca Quadrini, conclude il comunicato ribadendo l’importanza di continuare a coltivare e rafforzare questo legame speciale, auspicando che la cerimonia di oggi sia solo l’inizio di una collaborazione proficua e duratura tra il Ministro degli Esteri e la provincia di Frosinone.

Tutto pieno per la Sanità e il San Benedetto a Ferentino.

Tanti cittadini in piedi nella sala conferenze del palazzetto dello Sport insieme a Riprendiamoci la Sanità di Annarosa Celardi, all’assessore Angelo Picchi, il Sindaco Fiorletta, il Sindaco Campoli e tante Associazioni.
Un grande onore per il Comitato San Benedetto essere ospitati con tanto affetto al di fuori delle Mura Alatrensi. Ottima dimostrazione che l’Ospedale e’ una risorsa allargata, anche per lo stesso Spaziani che può ultra specializzarsi e decomprimersi.
Nella rete ospedaliera Sanitaria arrivata dal presidente Rocca e dal direttore Urbani sono state inserite un paio di modifiche (rispetto alle 6 richieste). Troppo poco per accontentare un intero territorio ben consapevole di quanto vale il SAN Benedetto. 6 reparti senza incarichi anche di secondo e terzo livello. Questo non succede in nessun reparto ospedaliero d’Italia. Non è accettabile perseverare soffocando Alatri. Reparti senza futuro non attrattivi per i nuovi medici, che chiuderanno da soli, senza nessuna delibera o disposizioni. La promessa di
12 ore di Pediatria 8/20 non è stata mantenuta.
Farmaci, carta, medicali, ridotti al lumicino .. però si parla di 6 mln di euro per ammortizzatori antisismici? Praticamente si smuoverebbero volentieri i “soldoni” ma si risparmiano i “soldini” su farmaci e personale?
I cittadini e i Sindaci si sono dati appuntamento ad ulteriori eventi di sensibilizzazione e poi una grande manifestazione a Roma, soprattutto se tardera’ a concretizzarsi il 2’ appuntamento con l’assessore alla sanità e presidente Rocca o il Dir Urbani con cui già un primo incontro aveva fruttato timidi risultati, certamente non sufficienti.

CAMPIONATI STUDENTESCHI: FERENTINO INCORONA SULPICIO E TULLIANO CAMPIONI PROVINCIALI DI TENNISTAVOLO.

Presso l’IC Ferentino 1, sede del CTT Ferentino, le finali provinciali Allievi e Juniores maschili, valide anche per la qualificazione alla fase regionale che si terrà il 19 aprile allo Stadio Olimpico di Roma.
Una bella mattinata di Tennistavolo all’Istituto Comprensivo Ferentino 1 (certamente non nuovo alla disciplina dal momento che ospita tutti i pomeriggi gli allenamenti del CTT Ferentino e le partite di Serie B1 il sabato) per gli Istituti Superiori della provincia ciociara. In ballo il titolo di Campione provinciale e il biglietto per Roma, Stadio Olimpico, dove si svolgerà la fase regionale. A supervisionare le gare nella palestra, concessa con il consueto spirito collaborativo dalla Dirigente prof. Angela Marone, la referente provinciale dell’Ufficio scolastico MUR prof. Flavia Colonna.
“Vedere arrivare i ragazzi da tutta la provincia per armeggiare con le racchette, non lo nascondiamo, è da sempre il nostro sogno. – interviene il Presidente del CTT Ferentino Marco Talocco – La nostra maglia ha un debito con il suo glorioso passato che intendiamo saldare al più presto: stiamo lavorando senza sosta per riportare il Tennistavolo ciociaro e la nostra compagine ai fasti che avevano conosciuto nella prima metà degli anni ’90. Due volte Campioni d’Italia, quattro secondi posti, partecipazioni a competizioni europee, un lungo dominio nel settore giovanile, l’entusiasmo del pubblico che aveva contaminato tutta la provincia”.
La cronaca: gradino più alto del podio per i ragazzi dello storico Liceo Tulliano di Arpino, fondato nel 1814 sotto il regno di Gioacchino Murat. Secondo, dopo una partita decisa con i continui rovesciamenti di fronte del doppio conclusivo contro gli arpinati, l’Istituto Professionale Nicolucci-Reggio di Isola del Liri, qualificato anch’esso alla fase regionale e vittorioso sull’Istituto Luigi Angeloni di Frosinone.
Doppio decisivo anche nella finale Juniores maschili, che ha visto prevalere il Liceo Sulpicio di Veroli sull’IIS Guglielmo Marconi di Anagni. Entrambi qualificati per la kermesse regionale. Terzo posto per il Liceo Pontecorvo, uscito vincitore dalla finalina al cardiopalma contro il Tulliano.
Appuntamento il 19 aprile, Stadio Olimpico, Roma.

FERENTINO PREVENZIONE

L’associazione Susan G.Komen Italia” da oltre 20 anni promuove la tutela della salute femminile operando con campagne di prevenzione, sensibilizzazione ed empowerment delle donne, in modo particolare ponendo l’attenzione su quelle fasce più deboli provenienti da contesti socio-economici svantaggiati.
Con il progetto “carovana della prevenzione”, ideato dalla Susan G. Komen Italia, in collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma, per offrire gratuitamente prestazioni cliniche diagnostiche di prevenzione alle donne che per età o per altri motivi non sono incluse nei programmi di screening offerti dalle Regioni, l’Associazione raggiunge diversi luoghi in Italia tra cui anche Ferentino.
Il progetto è stato promosso dall’On.Maria Veronica Rossi e dalla giovane Claudia Angelisanti, ha visto il patrocinio del Comune di Ferentino.
La giornata di prevenzione si è svolta il
 4 Aprile 2024  dalle ore 10 alle ore 16, nella centralissima Piazza Matteotti a Ferentino, sono state effettuate mammografie, ecografie mammarie e visite ginecologiche.
Le organizzatrici si dicono soddisfatte del risultato raggiunto e della soddisfacente risposta riscontrata nelle concittadine coinvolte nella giornata. Si ringrazia l’associazione Susan G.Komen per la disponibilità, cordialità dimostrata in particolar modo dallo staff presente nella giornata odierna.

FERENTINO (FR): Viola le prescrizioni; 38enne dall’affidamento al servizio sociale al carcere.

I  Carabinieri della Stazione di Ferentino (FR) hanno arrestato un 38 enne del luogo, noto alle FF.PP., in esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Frosinone.

L’arrestato, che si trovava sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento al servizio sociale dal mese di novembre 2023, per il reato di maltrattamenti in famiglia, più volte violava le prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria. Le violazioni commesse accertate dai Carabinieri, prontamente segnalate all’Ufficio di Sorveglianza, hanno determinato la revoca del beneficio.

L’Arrestato, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Frosinone dove proseguirà la misura detentiva a suo carico.

Si allega foto

ANAGNI – FERENTINO (FR): “Irregolarità sul lavoro”, controlli dei Carabinieri. Elevate sanzioni per 15.000 euro.

Nei giorni scorsi i Carabinieri del NIL (Nucleo Ispettorato del Lavoro) di Frosinone e i militari della Compagnia CC di Anagni, nell’ambito delle attività finalizzate a prevenire e reprimere i fenomeni dello sfruttamento del lavoro e di quello sommerso e a verificare il rispetto della normativa sulla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro, hanno svolto  controlli nel settore dei pubblici esercizi. L’attività ispettiva, di natura ordinaria e tecnica, è stata finalizzata alla verifica della regolare occupazione dei lavoratori e al rispetto delle norme in materia di sicurezza, salute ed igiene sui luoghi di lavoro. I controlli svolti nei territori di Anagni e Ferentino hanno consentito di individuare inadempienze in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro quali la mancata formazione in materia di sicurezza dei lavoratori, l’omessa sorveglianza sanitaria e la presenza di manodopera in nero. Nel corso dei controlli sono stati ispezionati 2 pubblici esercizi che a seguito di accertamenti ed informazioni acquisite dall’Arma territoriale erano risultati non conformi. Complessivamente sono state tutti irrogate sanzioni per circa euro 15.000,00€. In particolare sanzioni per circa 7.000 euro sono state contestate in un pubblico esercizio della Città dei Papi, mentre altre contestazioni per complessive € 8.000 sono state contestate ad un ristorante della Citta di Ferentino. Per entrambi gli esercizi pubblici è scattata l’interruzione immediata delle attività.

 

FERENTINO (FR): Accoltella l’amico ospitato in casa per futili motivi. Arrestato dai Carabinieri.

Tutto è iniziato intorno alle 21.50 del giorno 4 marzo u.s., quando la vittima, un cittadino 35enne di origini nigeriane ha richiesto l’intervento di una pattuglia dei Carabinieri di Anagni per un’aggressione subita, con un coltello da cucina, da parte di un suo connazionale 28enne che peraltro lo ospitava nella sua abitazione di Ferentino. Immediatamente sul posto giungeva una pattuglia del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Anagni che dopo le prime verifiche arrestava il giovane aggressore con l’accusa di lesioni aggravate. I militari ricostruendo nei dettagli l’intera vicenda accertavano che tra i due era nato un violento dissidio  per futili motivi, dovuti a problemi di convivenza, al culmine del quale il padrone di casa afferrava un coltello da cucina e sferrava alcuni fendenti  che colpivano l’ospite alla mano, con la quale tentava di difendersi dai colpi inferti. Sul posto interveniva anche personale del 118 che prestava le prime cure del caso al giovane rimasto gravemente ferito ed ancora sanguinante per le ferite riportate. La vittima veniva trasportata dapprima presso l’ospedale Spaziani di Frosinone e successivamente trasferito in prognosi riservata, anche se non in pericolo di vita, presso l’ospedale Gemelli della Capitale. I Carabinieri al termine di un’accurata perquisizione dell’abitazione rinvenivano, nella cucina, il coltello utilizzato dall’aggressore ancora intriso di sangue. L’aggressore al termine delle formalità di rito relative al suo arresto, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato tradotto presso la sua abitazione di Ferentino in regime di arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo che si è tenuto nel pomeriggio del 5 marzo ed al termine del quale il Giudice del Tribunale di Frosinone, dopo aver convalidato il provvedimento restrittivo della polizia giudiziaria, ha disposto per lui la permanenza agli arresti domiciliari.

Nel mirino dei Carabinieri della Compagnia di Anagni non solo reati afferenti casi di “violenza domestica e Codice Rosso”.  I Militari hanno anche intensificato i controlli per garantire la sicurezza dei cittadini  attraverso mirati servizi volti alla prevenzione ed alla repressione di reati, in particolare quelli di tipo predatorio, continuando ininterrottamente a porre attenzione nei comuni maggiormente interessati dalla fenomenologia dei furti in abitazione, sia nelle ore diurne che notturne.

È obbligo rilevare che l’indagato, destinatario della misura  cautelare, è, allo stato, solamente indiziato di delitto, e la  sua  posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo la emissione di una sentenza passata in giudicato in ossequio ai principi costituzionali di presunzione di innocenza.

FERENTINO (FR):  Picchia il fratello per avere soldi per acquistare stupefacenti. Arrestato  dai Carabinieri.

E’ successo nella località San Rocco Terravalle di Ferentino (FR), nella tarda serata di domenica 4 marzo. A chiamare i Carabinieri della locale Stazione è stato un 49 esasperato dalle continue violenze e minacce a cui da tempo era sottoposto da parte di suo fratello, un 45enne gia’ noto alle FF.PP. per i suoi trascorsi giudiziari in materia di reati contro il patrimonio, la persona ed inerenti gli  stupefacenti. Giunti sul posto i militari si sono trovati di fronte l’uomo che, visibilmente stravolto, continuava a chiedere al fratello somme di  denaro per acquisto stupefacenti ed alcol. All’ennesimo rifiuto aveva reagito con estrema violenza colpendo  fisicamente il fratello  e danneggiando  le suppellettili di casa, un lampione di illuminazione esterno dell’abitazione ed il furgone della vittima. Anche alla presenza dei Carabinieri intervenuti l’esagitato non ha accennato a calmarsi mentre il fratello ormai stanco delle sue angherie riferiva ai militari che lo stesso non era nuovo a comportamenti violenti in casa. Per il 45enne, colto in flagranza di reato, sono scattate le manette ed è stato condotto in carcere a Frosinone con l’accusa di estorsione, atti persecutori e danneggiamento. Nel tardo pomeriggio di ieri il GIP del Tribunale di Frosinone ha convalidato l’arresto dell’uomo disponendo la custodia cautelare in carcere.

È obbligo rilevare che l’indagato, destinatario della misura  cautelare, è, allo stato, solamente indiziato di delitto, e la  sua  posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo la emissione di una sentenza passata in giudicato in ossequio ai principi costituzionali di presunzione di innocenza.

FERENTINO (FR): Arrestato 46enne condannato per tentata rapina ad anni 1 di reclusione.  

I Carabinieri della Stazione di Ferentino (Fr), hanno proceduto all’arresto di un 46enne del posto, noto alle FF.PP.,  in esecuzione di ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della  Corte di Appello di Roma.

I Militari,  dopo aver rintracciato l’uomo,   hanno proceduto alla notifica del provvedimento di carcerazione in argomento che dispone l’espiazione della pena detentiva di anni 1 e giorni 28 di reclusione, a seguito di condanna  passata in giudicato per il reato di “tentata rapina”, commessa in Frosinone nell’anno 2013.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato condotto presso la Casa Circondariale di Frosinone, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Verified by MonsterInsights