News Pontecorvo

PONTECORVO (Fr): Contrasto alla violenza sulle donne; 4 misure cautelari dall’AG di Cassino eseguite dai Carabinieri. 

La violenza sulle donne rimane, ancora oggi, una forma di delitto invisibile, che vede solo una piccola percentuale di denunce presentate a fronte di quanto realmente accade. Lo straordinario lavoro di sensibilizzazione messo in atto dalla Compagnia di Pontecorvo, su indicazione del Comando Provinciale di Frosinone, e con il supporto importantissimo della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino, da sempre attenta e sensibile al triste fenomeno, inizia a dare i suoi frutti. La vicinanza alle vittime da parte delle Stazioni Carabinieri del territorio ha consentito, infatti, di aprire un varco comunicativo con chi subisce le violenze e a convincerle di sporgere le denunce contro i presunti autori dei maltrattamenti. Il passaggio successivo, poi, ha visto un importante lavoro investigativo fatto di analisi e di riscontri, non disgiunto da una vicinanza materiale fatta di presenza fisica da parte dei militari ad ogni esigenza rappresentata, che ha consentito all’Autorità Giudiziaria della città martire di emettere ben quattro provvedimenti cautelari del divieto di avvicinamento alla persona offesa, con allontanamento dalla casa familiare e applicazione del braccialetto elettronico, nei confronti di altrettanti uomini sospettati di avere posto in essere comportamenti violenti o vessatori nei confronti della propria partner.

In tale quadro, quindi, i carabinieri della Stazione di Pico hanno notificato il provvedimento cautelare nei confronti di un 34enne del luogo, già censito in Banca dati, poiché presunto responsabile di violenze ai danni della propria moglie.

Analoghi provvedimenti sono stati emessi nei confronti di due uomini di Ausonia, rispettivamente di 60 e 35 anni, indagati per le medesime fattispecie di reato, che dagli accertamenti condotti dai carabinieri della locale Stazione, sono fortemente indiziati delle violenze commesse.

Infine, i Carabinieri di Aquino hanno dato esecuzione alla stessa misura cautelare nei riguardi di un 37enne di Pico, anch’egli già noto alle FF.OO., poiché presunto responsabile di atti persecutori nei riguardi di una donna di Aquino. Nei confronti di quest’ultimo indagato è stato altresì imposto di mantenere una distanza non inferiore ai 500 metri dai luoghi abitualmente frequentati dalla vittima.

L’impegno dell’Arma contro questo odioso fenomeno continua senza sosta, soprattutto sensibilizzando le donne, in ogni favorevole occasione di incontro, a riporre la massima fiducia sia nei confronti dei presidi territoriali della Benemerita sia nell’immediato intervento da parte dell’Autorità Giudiziaria.

PONTECORVO (FR), CONTROLLO STRAORDINARIO DEL TERRITORIO DEI CARABINIERI. PROPOSTI FOGLIA DI VIA ED ESEGUITE SEGNALAZIONI PER DROGA E CHIUSURA ESERCIZI COMMERCIALI. 

Si intensificano, nel quadro delle indicazioni fornite dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Frosinone, le attività di controllo del territorio di competenza, da parte della Compagnia di Pontecorvo, al fine di garantire maggiori standard di sicurezza ai cittadini.

In tale ambito, nel corso di un predisposto servizio preventivo, finalizzato  a contrastare la commissione dei  reati predatori e le attività di spaccio di sostanze stupefacenti, sono stati segnalati alla Prefettura di Frosinone:

  • un 19enne straniero, ma domiciliato in Aquino presso una nota cooperativa,  il quale, a seguito di perquisizione personale, eseguita dai militari della Stazione Carabinieri di Aquino, veniva trovato in possesso di 2,88 grammi di hashish;
  • un 23enne, un 25enne e un 57enne di Coreno Ausonio i quali, controllati dai militari della Stazione Carabinieri di Ausonia, con il supporto delle unità cinofile di Roma, venivano trovati rispettivamente in possesso di gr.0.5, gr. 1 e gr. 0.5 di “hashish”.

Nel medesimo contesto i militari della Stazione Carabinieri di Ceprano hanno proceduto alla notifica, nei confronti di un 31enne del luogo e titolare di un noto bar, del decreto di sospensione per la somministrazione di cibi e bevande con la conseguente chiusura dell’esercizio, ai sensi dell’Art. 100 del TULPS. Il provvedimento in argomento trae origine dalle verifiche di natura amministrative accertate dai militari operanti e dalla frequentazione del predetto esercizio commerciale da parte di pregiudicati del luogo.

Infine, i carabinieri della Stazione di San Giovanni Incarico, ricorrendone i presupposti di Legge, hanno proposto l’applicazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O., con divieto di far ritorno dai comuni di Ceprano e San Giovanni Incarico, per anni tre, nei confronti di 6 soggetti residenti nei paesi limitrofi

PONTECORVO (FR):  50ENNE ARRESTATA. DOVRA’ SCONTARE UNA PENA DI ANNI UNO E MESI SEI DI RECLUSIONE

Una 50enne residente a Pontecorvo e  già nota alle Forze dell’Ordine, é stata tratta in arresto dai Carabinieri della Stazione di Pontecorvo, in ottemperanza ad un provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Roma per l’espiazione di pena definitiva in regime di detenzione domiciliare.

L’ordinanza trae origine da una violazione  commessa  nel territorio di Pontecorvo nell’anno 2016  per “violazione di domicilio” (art. 614 c p.) e,  dopo le formalità di rito, la donna è stata condotta  presso la sua abitazione ove dovrà scontare la pena di anni uno (1) e mesi  sei (6) di reclusione.

Pontecorvo: Gianluca Quadrini partecipa alla Fiera Agricola del Basso Lazio e valorizza le tradizioni locali

Gianluca Quadrini, presidente del consiglio della Provincia di Frosinone e vicepresidente di Anci Lazio, con delega allo sviluppo economico e attività produttive, ha partecipato con orgoglio e impegno alla Fiera Agricola del Basso Lazio che si svolge a Pontecorvo dal 12 al 14 aprile. “Un evento che va ben oltre la mera esposizione di prodotti agricoli, ma che rappresenta il cuore pulsante delle nostre  tradizioni e della nostra identità territoriale.” Quanto dichiarato dallo stesso Quadrini che sottolinea come questa fiera  Agricola di è una celebrazione delle radici agricole che sono state tramandate di generazione in generazione, una testimonianza tangibile del legame profondo tra l’uomo e la terra. “È un momento di incontro e di condivisione in cui la comunità di Pontecorvo e le vicine  si riuniscono per celebrare le proprie radici e per preservare le tradizioni che hanno plasmato il nostro territorio nel corso dei secoli.
In un’epoca in cui l’agricoltura è soggetta a continue trasformazioni – sottolinea Quadrini- l’importanza di abbracciare le innovazioni tecnologiche per garantire la sostenibilità e la competitività del settore è fondamentale.
Sono profondamente onorato di aver preso parte a questa straordinaria manifestazione che incarna lo spirito e l’orgoglio della nostra comunità agricola. La Fiera Agricola del Basso Lazio  non è solo un momento di festa, ma anche un’occasione preziosa per riflettere sull’importanza di preservare e valorizzare le nostre tradizioni per il bene delle generazioni future.”
Il presidente del consiglio provinciale  esprimere il suo più sincero ringraziamento agli organizzatori dell’evento per il loro impegno e dedizione,  al presidente dell’associazione, Enzo Molle e al segretario Mario Prata. Inoltre, estende un caloroso ringraziamento all’amministrazione comunale e al sindaco, Anselmo Rotondo, e al delegato all’agricoltura, Gaetano Spiridigliozzi, per il continuo sostegno e l’attenzione al territorio attraverso iniziative di questo genere.

PONTECORVO (Fr), controlli dei Carabinieri sui luoghi di lavoro. sanzioni per € 21.000

I militari della Stazione Carabinieri di Roccasecca, unitamente a personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Frosinone, nell’ambito delle attività finalizzate a garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro, hanno proceduto ad ispezionare un  esercizio pubblico del luogo, sorprendendo, al suo interno, un lavoratore privo di contratto. Non avendo regolarizzato il lavoratore, il proprietario dell’esercizio commerciale non aveva provveduto, di conseguenza, in qualità di datore di lavoro, a nominargli il medico competente per l’effettuazione della sorveglianza sanitaria, a fornirgli una adeguata formazione in materia di salute e sicurezza e a far sottoporre, lo stesso, a visita medica preventiva attestante idoneità psico-fisica.

Per le violazioni riscontrate, al titolare dell’esercizio,  venivano contestate sanzioni amministrative per la somma complessiva di € 21.000 circa.

PONTECORVO (FR): Sicurezza alimentare; controlli dei  Carabinieri agli esercizi commerciali.

Nei giorni scorsi, nell’ambito della giurisdizione della Compagnia di Pontecorvo,  sono stati effettuati diversi controlli da parte dei militari dell’Arma  locale congiuntamente al NAS di Latina, comparto di specialità dell’Arma dei Carabinieri.

Nel corso dei mirati servizi, disposti dal Comando Provinciale di Frosinone, finalizzati a rafforzare la sicurezza alimentare a favore dei cittadini, sono state eseguite verifiche presso vari esercizi commerciali, nel corso delle quali sono emerse  irregolarità sanzionate in via  amministrativa.

In particolare è stato accertato che un esercizio commerciale di vendita al dettaglio di bevande ed alimenti  aveva messo in vendita  prodotti ortofrutticoli di dubbia provenienza, privi della prevista etichettatura che, pertanto,  non consentivano la tracciabilità della filiera di produzione. Immediato il sequestro degli alimenti con conseguente sanzione amministrativa di euro 1.100  ai danni del titolare.

I controlli proseguiranno anche nelle prossime settimane su tutto l’intero territorio provinciale   per  verificare la genuinità dei prodotti  e la tracciabilità della  filiera alimentare, allo scopo di rendere sempre più  sicuro  il comparto dei prodotti destinati al consumo umano.

 

PONTECORVO (FR): Servizio  largo raggio dei Carabinieri della Compagnia di Pontecorvo.  Un arresto ad Arce per spaccio di stupefacenti e ricettazione.

Continua, da parte dei Carabinieri della Compagnia di Pontecorvo, l’attività di prevenzione e contrasto ai fenomeni di criminalità diffusa su tutto il comprensorio.

In tale quadro, nella serata del 5 marzo u.s., nell’ambito di un servizio di controllo del territorio predisposto dal Comando Provinciale di Frosinone, e finalizzato a contrastare i furti nelle abitazioni nonché altri reati comuni, i Carabinieri della Stazione di Arce (FR) traevano in arresto un 34enne, domiciliato in Arce (FR), già gravato da precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, contro la persona e violazione in materia di stupefacenti.

Nello specifico, l’attenzione dei militari è caduta sull’uomo proprio in quanto noto e essendo stato visto aggirarsi, in modo sospetto, per le vie cittadine, si è deciso di procedere al controllo. Ed è a quel punto che il soggetto, avendo intuite le intenzioni della pattuglia, si è dato a improvvisa fuga provando a rifugiarsi all’interno delle pertinenze di una abitazione poco distante. Nonostante ciò, però, gli operanti lo hanno raggiunto e, per bloccarlo, sono stati costretti ad ingaggiare una colluttazione con l’uomo, che ha opposto una strenua resistenza. Dopo essere riusciti ad avere la meglio, si è proceduto ad una accurata perquisizione del fermato e, indosso, gli venivano trovati 1.220 (milleduecento) euro in contanti, una catenina d’oro, una carta bancomat di proprietà di una terza persona, due telefoni cellulari e 6 (sei) grammi di crack. Dopo le formalità di rito, l’uomo, tratto in arresto per “resistenza a P.U., ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente”, veniva sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa del giudizio con rito direttissimo.

Nel medesimo ambito, in San Giorgio a Liri (FR), i militari della Stazione Carabinieri di Esperia (FR) segnalavano, quali assuntori di sostanze stupefacenti, un 42enne ed un 37enne, entrambi residenti a Cassino (FR), con precedenti di polizia per reati contro la persona, contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti. I due soggetti, a seguito di perquisizione personale e veicolare, venivano trovati in possesso di grammi 1 (uno) circa di sostanza stupefacente del tipo hashish. Agli stessi, ricorrendone i presupposti, gli veniva notificato l’avvio del procedimento amministrativo finalizzato all’emissione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel territorio del comune di San Giorgio a Liri (FR).

Complessivamente, nel corso del servizio sono state indentificate oltre 100 persone  e controllati circa 70 veicoli.

PONTECORVO (FR): Controlli dei Carabinieri; deferiti 2 giovani della provincia di Latina  per porto illegale di armi/strumenti atti ad offendere.

Continua, da parte dei Carabinieri della Compagnia di Pontecorvo, l’attività di prevenzione e di controllo del territorio per contrastare  qualsiasi forma d’illegalità..

In tale quadro,  durante un servizio dedicato, i militari dell’Aliquota Operativa, transitando in orario serale sulla via Ravano di Pontecorvo (FR), hanno notato due giovani, a bordo delle rispettive autovetture, fermi in un distributore di carburate ubicato lungo la stessa strada. L’attenzione dei militari è stata subito attirata da quei due individui, in quanto, benché posteggiati all’interno di un distributore, nessuno dei due era intento a fare rifornimento. Questo particolare ha insospettito l’equipaggio che, subito, ha invertito la marcia ed ha proceduto al loro controllo. Dalla visione dei documenti di riconoscimento, e con il supporto della centrale Operativa, si è avuto modo di accertare che entrambi i ragazzi, un trentunenne e un ventunenne della provincia di Latina, erano gravati da precedenti di polizia in materia di stupefacenti. Non apparendo, quindi, la loro presenza giustificata in quel luogo, gli stessi carabinieri hanno effettuato una perquisizione, sia  personale che veicolare, trovandoli in possesso di uno sfollagente telescopico, di cm. 40 (quaranta), ed una mazza da baseball di cm. 83 (ottantatré). In particolare, uno dei due soggetti aveva la mazza nel cofano della macchina, mentre l’altro aveva l’oggetto offensivo all’interno di un marsupio collocato tra i due sedili e, quindi, a portata di mano.

Per tale ritrovamento è scattato subito il sequestro del materiale ed entrambi i giovani sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Cassino (FR) per “porto illegale di armi o strumenti atti ad offendere”.

PONTECORVO (FR): “Non ho  nulla da mangiare”; i Carabinieri gli fanno la spesa

“Non ho nulla da mangiare”. Questa la richiesta d’aiuto ricevuta dai Carabinieri di Pontecorvo.

Nei giorni scorsi, una persona si è presentata presso la Stazione di Pontecorvo rappresentando che per le sue difficoltà economiche non mangiava da alcuni giorni . I Militari hanno prontamente raccolto la richiesta di aiuto ed hanno consentito, nell’immediatezza, alla persona di accedere ad un pasto

Poi, dopo averlo rincuorato ed assistito, i Carabinieri della Stazione e della Compagnia di Pontecorvo, hanno reperito delle derrate alimentari che sono state donate alla persona in difficoltà che li ha ringraziati.

PONTECORVO (FR): Investe un pedone e si allontana senza prestare soccorso.

I militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo hanno deferito in stato di libertà, per “omissione di soccorso alle persone ferite in incidente stradale” un 73enne, residente in Aquino, pensionato.

Le verifiche effettuate dai militari operanti hanno consentito di accertare che l’uomo, mentre percorreva la Strada Provinciale di Aquino, alla guida della sua l’autovettura, investiva un pedone, una 37enne cittadina della Tunisia, domiciliata a Pontecorvo, per poi allontanarsi senza prestare soccorso. La donna, successivamente condotta presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Cassino, veniva riscontrata affetta da lesioni giudicate con una prognosi di gg. 7 (sette) s.c..

Verified by MonsterInsights