News Roma

Presentazione del XII Rapporto Nazionale sull’Economia del Mare 2024. Presente presso la sede di Unioncamere anche Gianluca Quadrini

Si è tenuta nella mattinata, a Roma, presso la sede di Unioncamere, la presentazione del XII Rapporto Nazionale sull’Economia del Mare 2024, un evento di straordinaria importanza per il settore marittimo italiano e per lo sviluppo economico e sociale del Paese. L’evento di presentazione ha visto la partecipazione di importanti figure istituzionali, tra cui Adolfo Urso, Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Nello Musumeci, Ministro per la Protezione civile e le Politiche del Mare, il Presidente della Camera di Commercio di Frosinone e Latina, Giovanni Acampora, il Presidente di Unioncamere, Andrea Prete. A moderare la conduttrice e giornalista, Nunzia De Girolamo. All’incontro ha partecipato anche il Presidente del Consiglio della Provincia di Frosinone, Gianluca Quadrini, che in una nota ha dichiarato: “L’economia del mare rappresenta una risorsa strategica per la crescita e lo sviluppo sostenibile del nostro territorio. Il rapporto presentato oggi offre una visione approfondita delle opportunità che il settore marittimo può offrire.” Questo rapporto annuale, curato dal Centro Studi delle Camere di commercio Guglielmo Tagliacarne, Unioncamere, e OsserMare, fornisce un quadro aggiornato della dimensione economica del settore marittimo italiano.

“Desidero esprimere il mio sincero apprezzamento per il lavoro svolto dal Presidente della Camera di Commercio di Frosinone e Latina, Giovanni Acampora, – ha ribadito Gianluca Quadrini – il cui impegno e dedizione sono stati fondamentali per il successo di questa iniziativa. Investire nell’economia del mare significa investire nel futuro delle nostre comunità, garantendo prosperità e sviluppo sostenibile.” Un sincero ringraziamento è stato rivolto dal Presidente del Coniglio Provinciale a tutti i partecipanti per il loro prezioso contributo e per l’impegno dimostrato nel promuovere e valorizzare l’economia del mare, una risorsa fondamentale per lo sviluppo economico e sociale.

“Questo evento – conclude Quadrini – non solo ha presentato dati e analisi cruciali, ma ha anche stimolato una riflessione profonda sulle strategie future per la valorizzazione e lo sviluppo del nostro Paese e del nostro territorio.”

Gianluca Quadrini partecipa al congresso “I Diritti Umani del Futuro e le Professioni di Frontiera sul Domani”.

Tenutosi a Roma, nella Sala Regina di Piazza Montecitorio, il congresso dal titolo “I Diritti Umani del Futuro e le Professioni di Frontiera sul Domani” si è rivelato un evento di altissimo livello che ha suscitato grande interesse e ha catalizzato l’attenzione di professionisti, accademici e rappresentanti istituzionali, tutti impegnati nel confronto su un futuro comune, in cui i diritti umani e le professioni emergenti svolgono un ruolo chiave.   A condividere il tavolo illustri relatori come S.E. il prefetto Vincenzo Rizzi, vice direttore generale della pubblica sicurezza con funzioni vicarie,  il Dott. Emanuele Ricifari, Presidente dell’Associazione Nazionale Funzionari di Polizia e Dirigente Nazionale di Pubblica Sicurezza, e la Dott.ssa Rossana Ferraro, Magistrato GOP di Tribunale di Nola,  figure dello Stato altamente qualificate e professionali, che hanno fornito una prospettiva unica e autorevole durante il loro intervento La loro partecipazione ha arricchito il dibattito e contribuito a illuminare diverse prospettive su tali temi cruciali. Tra i presenti anche il Presidente del Consiglio della Provincia di Frosinone, Gianluca Quadrini che ha portato i saluti del Presidente Luca Di Stefano e si è soffermato sull’importanza dell’evento definendolo “un momento cruciale di confronto e riflessione su tematiche di estrema rilevanza per il nostro presente e futuro. Oggi ho avuto la possibilità di partecipare ad un congresso che ha offerto l’opportunità di approfondire le sfide e le prospettive legate ai diritti umani in un contesto in continua evoluzione, così come le nuove professioni destinate a definire il panorama lavorativo del domani. La mia partecipazione sottolinea l’impegno della Provincia di Frosinone nel promuovere il dialogo e la consapevolezza su questioni di fondamentale importanza per la nostra società.
Il Presidente Quadrini ha sottolineato l’importanza di continuare a dibattere e discutere apertamente di questioni legate ai diritti umani e al futuro del lavoro, riconoscendo che solo attraverso un impegno costante e condiviso possiamo affrontare con successo le sfide che ci attendono. “A livello provinciale, il nostro impegno non si esaurirà con la partecipazione a questo congresso. Ma è nostro intento a promuovere iniziative e progetti volti a sensibilizzare e coinvolgere la comunità locale.

Desidero esprimere i miei più sentiti ringraziamenti alla Conduttrice Antonella Salvucci, la cui moderazione eccellente ha reso l’intera giornata di lavori ancora più proficua e stimolante”.

Il Vicepresidente di Anci Lazio, Gianluca Quadrini partecipa alla firma dell’accordo di collaborazione con l’organismo della Sassonia, con la presenza dell’Ambasciatore Dr. Hans-Dieter Lucas e il Presidente della Regione Lazio

È con grande soddisfazione che Anci Lazio annuncia la firma dell’accordo di collaborazione tra SSG – Sächsischen Städte- und Gemeindetages – e ANCI Lazio. L’accordo, approvato dal Consiglio Direttivo nella riunione del 15 novembre 2023, stabilisce un rapporto di collaborazione senza precedenti tra le due autorità regionali, in attuazione di un protocollo d’intesa definito precedentemente. Presenti a questo storico momento, Sua Eccellenza l’ambasciatore Hans-Dieter Lucas e il Presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca.
“La firma di questo accordo rappresenta un importante passo avanti nella cooperazione internazionale e testimonia l’impegno costante di ANCI Lazio nel promuovere lo scambio di conoscenze e migliori pratiche a livello regionale e internazionale”. – sostiene il Vicepresidente di Anci Lazio Gianluca Quadrini, presente all’incontro. “La presenza dell’Ambasciatore Tedesco e del Presidente della Regione Lazio ha ulteriormente sottolineato l’importanza di questo evento e la rilevanza delle relazioni bilaterali tra la Sassonia e il Lazio. L’accordo di collaborazione aprirà nuove opportunità per lo sviluppo socio-economico delle due regioni, favorendo lo scambio di esperienze e progetti congiunti volti a migliorare la qualità della vita dei cittadini. Anci Lazio – conclude Quadrini – si impegna a lavorare attivamente per implementare le disposizioni dell’accordo e a promuovere una collaborazione proficua e duratura con l’organismo della Sassonia. Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito a rendere possibile la firma di questo importante accordo e rinnovo il nostro impegno a lavorare per il bene comune delle nostre comunità. Un ringraziamento al Presidente Rocca per l’impegno e la disponibilità nel promuovere politiche di crescita e sviluppo della nostra regione.”

Roma: TAVOLO PERMANENTE CON SINDACATI SU PIANO ASSUNZIONI E STABILIZZAZIONI DEL PERSONALE LA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE SANITÀ E POLITICHE SOCIALI ALESSIA SAVO: LA CURA RICOSTITUENTE DEL PRESIDENTE ROCCA CHE SEGNA UNA SVOLTA NELLA SANITÀ DEL LAZIO

TAVOLO PERMANENTE CON SINDACATI SU PIANO ASSUNZIONI E STABILIZZAZIONI DEL PERSONALE

LA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE SANITÀ E POLITICHE SOCIALI ALESSIA SAVO:
LA CURA RICOSTITUENTE DEL PRESIDENTE ROCCA CHE SEGNA UNA SVOLTA NELLA SANITÀ DEL LAZIO

Quella messa in campo dal presidente Rocca, sostenuta e portata avanti dalla mia Commissione e da tutto il governo della Regione Lazio, è la cura ricostituente più efficace ed incisiva per la vera svolta che la sanità del Lazio attendeva da anni. Dopo il varo del piano di assistenza territoriale e quello della rete ospedaliera 2024-2026, l’avvio del tavolo permanente di confronto con i sindacati per il monitoraggio delle assunzioni e delle stabilizzazioni del personale sanitario rappresenta un ulteriore e fondamentale passo avanti nell’opera di ricostruzione che da un anno è al centro dell’agenda operativa dell’Amministrazione in carica”.

Queste le parole della presidente della VII Commissione Sanità, Politiche sociali, Integrazione sociosanitaria e Welfare, Alessia Savo.

Velocizzare oltre 4.200 procedure autorizzate dalla Regione, aumentare i fondi contrattuali delle Asl, rendere i contratti a tempo determinato delle procedure straordinarie e, più in generale, avviare un lavoro di concertazione e confronto per monitorare lo stato di avanzamento delle stabilizzazioni dei precari e dell’internalizzazione dei servizi ora svolti da privati – e questo per sottolineare solo le azioni più evidenti contenute nell’accordo con le organizzazioni sindacali – significa aprire una fase assolutamente nuova e indispensabile nella sanità laziale. È così che si potranno coniugare le esigenze di chi è chiamato a lavorare sulle politiche sanitarie con quelle di coloro che si spendono quotidianamente per garantire assistenza e servizi ai cittadini. E questo non può che incidere positivamente e concretamente su quel progetto – che sta prendendo sempre più corpo e forma – di sanità diffusa, umana e pienamente rispondente ai bisogni del territorio e della sua popolazione. Con il presidente Rocca e con il governo della Regione – ha concluso la Savo – il Lazio ha finalmente trovato la giusta cura che per troppo tempo le è stata negata”.

Roma: APPROVATA IN CONSIGLIO REGIONALE LA LEGGE SUL ‘FATTORE FAMIGLIA’ LA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE SANITÀ E POLITICHE SOCIALI ALESSIA SAVO: UN SALTO CULTURALE NELL’AZIONE DI TUTELA E SOSTEGNO DEI NUCLEI IN DIFFICOLTÀ.

APPROVATA IN CONSIGLIO REGIONALE LA LEGGE SUL ‘FATTORE FAMIGLIA’
LA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE SANITÀ E POLITICHE SOCIALI ALESSIA SAVO:
UN SALTO CULTURALE NELL’AZIONE DI TUTELA E SOSTEGNO DEI NUCLEI IN DIFFICOLTÀ

“In Consiglio regionale abbiamo votato la proposta di legge numero 37, istitutiva del ‘Fattore Famiglia’. Un giorno importante perché non solo si protegge e valorizza la famiglia, si incentiva la natalità, si favorisce la crescita sociale della regione attraverso strumenti e aiuti concreti e più equi. Ma, più di tutto, si interviene per sostenere i nuclei familiari che quotidianamente affrontano criticità economiche e di gestione, si distribuiranno al meglio e in modo mirato le risorse destinate alle persone in difficoltà, superando i limiti dell’Isee”.
Queste le parole della presidente della VII Commissione Sanità, Politiche sociali, Integrazione sociosanitaria e Welfare, Alessia Savo, dopo l’approvazione della legge che ha istituito il ‘Fattore Famiglia’.
“Il principio ispiratore – continua la Savo – è quello dell’ ‘equità orizzontale’: si individuano e si premiano, cioè, con una migliore precisione e giustizia le famiglie con maggiori carichi familiari. Quello che, in altre occasioni, ho avuto modo di definire come un vero e proprio salto culturale nel sistema di valutazione della capacità contributiva delle persone. Con il ‘Fattore Famiglia’ – prosegue la presidente della VII Commissione – si semplifica il processo decisionale sull’erogazione dei contributi sociali e degli aiuti assistenziali, rispondendo a una domanda di maggiore equità nella distribuzione delle risorse per i programmi di welfare. Ringrazio ancora la proponente e prima firmataria della legge, la collega di Fratelli d’Italia, Laura Corrotti, tutti i consiglieri del gruppo e il Consiglio regionale. La Commissione che mi onoro di presiedere – conclude la Savo – ha creduto da subito ai contenuti di questo provvedimento: ascolto, sperimentazione e messa a terra sono stati i passaggi cruciali attraverso i quali il Lazio guidato dal presidente Francesco Rocca ha intrapreso un percorso virtuoso, razionale e teso a risollevare la nostra regione”.

La protesta degli agricoltori oggi a Roma

Cari Agricoltori siete l’anima e il cuore dei lavoratori, della vita e delle tradizioni Italiane. Avete l’appoggio e la simpatia di tutte le categorie sociali che plaudono ai Vs trattori. Anzi marciano fin troppo rispettosamente ai bordi delle città, quasi in punta di piedi!
Esiste il pericolo che la Vs protesta sia un bel “fuoco di paglia” accontentandovi delle promesse di incentivazioni più o meno farlocche, che saranno erogate col contagocce. Come il pagamento del latte: a basso costo e dopo 5/6 mesi. Voi rischiate tutto, siccità, pandemie il finto passaggio verde, che vi fa passare per nemici della terra quando invece siete gli unici a detenerne sorte e amore. Non accontentatevi delle promesse di turno da Europa Stati e Regioni chiedete il Prezzo Minino Indispensabile al Coltivatore. Il latte a non meno di 80 centesimi, pagato entro 2 mesi. E basta i trucchi della carica batterica, per strangolare il prezzo e ritardare il pagamento anche a 5/6 mesi. Meglio programmare Voi e Ora il prezzo minimo indispensabile al produtttire: fieno, grano, orzo e mais per cominciare. Sono le colture principali e fondamentali. Serrate le fila e andate avanti, portate i trattori in città, alzate il livello delle richieste minime indispensabili. Prima che le promesse vi dividano e blocchino i trattori, fin troppi ripettosi delle grosse confederazioni che arrogandosi la contrattazione, come al solito accetteranno tavolo e sottobanco!!
Andate avanti il Popolo Vi appoggia, fate una lista dei 10 prodotti col prezzo minimo indispensabile. La filiera si adatterà perché siete Voi a rischiare tutto dal meteo alla transizione ecologica, ma non avete spalle tanto grosse! Adesso è il momento di chiedete il giusto prezzo per i prodotti base!

Verified by MonsterInsights