News Settefrati

SETTEFRATI (FR): 22enne arrestato per spaccio di Cocaina.

Una nuova operazione “déjà vu”, quella portata a termine dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Sora, unitamente a quelli delle Stazioni di San Donato Val di Comino e di Casalvieri nel piccolo centro di Settefrati. I militari infatti avevano già arrestato, agli inizi di dicembre scorso, un 21enne, a loro già noto, trovato in possesso all’interno dell’abitazione di droga, soldi, materiali vari per il confezionamento delle dosi, bilancino e una pistola giocattolo. Il blitz era scattato all’alba quando i Carabinieri, che lo stavano attenzionando da giorni, presentatisi alla porta con una scusa erano riusciti ad entrare e a perquisire l’abitazione.

Questa volta, invece, i Carabinieri lo hanno controllato in strada, nel corso di un servizio di pattuglia. In particolare i militari della Stazione di San Donato Val di Comino, notato il giovane a bordo della propria utilitaria, lo hanno fermato. Il giovane, ritenendosi “in regola” si è lasciato ispezionare con un atteggiamento di sufficienza. Quando però i militari hanno trovato, in più punti dell’autovettura, del denaro in banconote di vario taglio, in particolare li aveva in un pacchetto di sigarette ed in una custodia per occhiali, circa 700 euro, non ha saputo dare giustificazioni. A questo punto i militari hanno richiesto il rinforzo dei colleghi dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile di Sora e della Stazione di Casalvieri, che erano a loro volta in servizio di pattuglia, e si sono spostati presso l’abitazione del giovane, la stessa abitazione, dove hanno effettuato una perquisizione. Nei pressi della stessa i Carabinieri hanno trovato 4 involucri contenenti cocaina per circa 8 grammi, 13 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

A questo punto i Militari, collegati tutti gli elementi acquisiti, hanno proceduto all’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, rimettendo gli atti alla Procura della Repubblica di Cassino che ha poi assunto la direzione delle indagini. Il giovane, dopo il fotosegnalamento, è stato tradotto presso la sua abitazione ai “domiciliari” in attesa della convalida.

La droga ed il materiale di confezionamento sono stati sequestrati, così come i soldi che verranno depositati in attesa delle determinazioni dell’A.G..

Continua l’impegno dei Carabinieri nella lotta contro lo spaccio di stupefacenti nella Valle di Comino.

SETTEFRATI (FR): arrestato per detenzione ai fini di spaccio di Cocaina.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Sora (FR), unitamente a quelli delle Stazioni di San Donato Val di Comino (FR) e di Casalvieri (FR), hanno arrestato un 21enne, già noto alle Forze dell’Ordine, trovato in possesso di droga, soldi e materiale vario per il confezionamento dello stupefacente. L’uomo è stato beccato a casa, nel Comune di Settefrati (FR), all’alba del 1° dicembre.

I Carabinieri lo stavano attenzionando da giorni, da quando avevano avuto l’informazione che il ragazzo avesse la disponibilità di una pistola. Una semiautomatica, questo è quello che i Militari erano andati a cercare quando, alle prime ore del mattino, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Sora, in “borghese”, si sono presentati alla porta dell’abitazione ed hanno bussato. Si erano persi e volevano un’informazione, questo fino a quando, aperta la porta, hanno avuto la presenza proprio del giovane che stavano cercando. A quel punto si sono qualificati ed hanno chiesto all’uomo di entrare: “dobbiamo effettuare una perquisizione, se vuoi puoi farti assistere da un legale o da una persona di tua fiducia.”

Il 21enne, irrigiditosi, ha chiesto “ce l’avete il mandato?”, ma quando poi ha visto presentarsi i militari in uniforme, anche quelli della Stazione di San Donato Val di Comino che lo conoscono, ha capito che non c’era nulla da fare.

“Hai delle armi o altre cose illegalmente detenute?”, con l’invito a consegnarle da parte dei Carabinieri, prima di procedere alle operazioni. Preso da parte uno degli operanti, il giovane confessava di non avere armi ma di avere della droga. Così, all’interno di una delle stanze, veniva consegnata un sacchetto di tela al cui interno vi era un borsello che conteneva 25 grammi circa di cocaina, materiale utilizzato per il taglio della sostanza, numerose bustine di cellophane idonee e predisposte per il confezionamento in singole dosi, e 6 bilancini di precisione, cucchiai intrisi di sostanza. Alcune dosi erano già pronte alla vendita. La perquisizione veniva comunque effettuata e i Carabinieri, verificando tutti gli anfratti ricavati nell’abitazione, riuscivano a ritrovare la Pistola. Si trattava però di una scacciacani privata del tappo rosso, del tutto identica alle Beretta in uso alle forze di Polizia, che i Carabinieri hanno comunque recuperato e sequestrato.

Nell’autovettura del giovane, parcheggiata sotto casa, ritrovato un “rotolo” di denaro, tenuto da un elastico, con circa 1100,00 €uro, tantini per una persona “senza lavoro”, almeno senza un lavoro “onesto”. Droga e denaro, ovviamente, sono stati sequestrati. L’uomo ristretto ai domiciliari in attesa dell’udienza di Convalida, a disposizione della Procura della Repubblica di Cassino che conduce le indagini.

Dopo l’udienza di convalida, tenutasi il 4 u.s.,  il Tribunale di Cassino ha disposto a carico dell’indagato la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Settefrati (FR), con il divieto di allontanarsi se non dietro autorizzazione del Giudice.

Verified by MonsterInsights