News Alatri

Alatri: Si toglie la vita a 22 anni, a scoprirlo un familiare.

Alatri:

Altra vita giovane un ragazzo di 22 anni si è tolta la vita la notte scorsa. A scoprire un familiare che lo cercava. Arrivati sul posto i sanitari con persolnale medico, non hanno solo constatare purtroppo il decesso, arrivati anche i carabinieri per ulteriori accertamenti. I funerali ci saranno domani martedì 18 giugno,alle ore 11.30 nella chiesa Mole Bisleti, Maria Santissima del Rosario.

Alatri: Ieri ad Alatri si è festeggiato San Antonio di Padova. Dopo tanti anni esce anche la processione con la statua del Santo.

Alatri:
Ieri ad Alatri si è festeggiato San Antonio di Padova.

Dopo la santa Messa nella chiesa di San Francesco è uscita la processione con la statua di San Antonio (in foto), dopo tanti anni che non usciva. Ricordiamo le ultime processioni gestiva del tutto Padre Vincenzo Galli, dopo trasferito nel convento dei Padri Cappuccini a Fiuggi. Purtroppo pochi mesi fa è venuto a mancare.
Moltissime persone durante la messa di ieri pomeriggio e anche in processione. (Foto  di Simone Macciocca).

ALATRI(FR): Senza patente tenta di eludere il controllo ed aggredisce i Carabinieri. Arrestato per resistenza e violenza a P.U..

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R.M. della Compagnia di Alatri, durante un servizio perlustrativo finalizzato alla prevenzione e repressione di reati, hanno tratto in arresto un giovane del luogo per resistenza a Pubblico Ufficiale.

Il giovane, noto alle forze dell’ordine, tenta di eludere un controllo da parte dei Carabinieri, verosimilmente poiché alla guida di un’autovettura senza avere la prevista patente poiché revocata in precedenza. Mette in atto manovre elusive, cambia repentinamente strada ma, dopo un piccolo inseguimento, viene raggiunto e bloccato dai militari. Viene trovato in possesso di una modica quantità di stupefacente del tipo “hashish”, dà in escandescenza e aggredisce  i militari per fuggire, senza riuscirci. Gli operanti, in considerazione dello stato di aggressività etero-rivolta dell’uomo, e dell’aggressione perpetrata, procedevano all’arresto dello stesso.

A seguito di giudizio per “direttissima”, l’Autorità Giudiziaria convalidava l’arresto disponendo altresì la conferma della precedente misura cautelare dell’obbligo di firma.

E’ d’obbligo rilevare che l’indagato, destinatario della misura cautelare, è, allo stato, solamente indiziato di delitto e la sua posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo la emissione di una sentenza passata in giudicato in ossequio ai principi costituzionali di presunzione di innocenza.

Maura: nessuna chiusura del reparto di Chirurgia Genarale, le solite bugie di personaggi in cerca d’autore.                                  

In merito alle allarmistiche voci diffuse attraverso comunicati e articoli apparsi su testate on-line, stante le quali il reparto di chirurgia generale di Alatri sarebbe prossimo alla chiusura, mi corre l’obbligo di precisare quanto segue: la rimodulazione delle attività di chirurgia del PO di Alatri sarà, come nelle precedenti annate, assolutamente temporanea.
Tale rimodulazione, che avverrà dal primo luglio, è ascrivibile esclusivamente alla necessità di garantire la regolare fruizione delle ferie estive al personale in servizio, come peraltro avviene ogni anno.
Il ricovero dei pazienti chirurgici non suscettibili di intervento di urgenza sarà pertanto disciplinato come nelle precedenti annate, senza creare alcun tipo di disservizio.
Le urgenze verranno peraltro valutate dal Consulente per la Chirurgia in accordo con il personale della Chirurgia di Frosinone.
Tali dinamiche, operanti esclusivamente nel periodo estivo, non rappresentano  in alcun modo la premessa a tagli del personale o men che meno alla chiusura del reparto di chirurgia del nosocomio alatrense.
Ogni strumentalizzazione di questa turnazione, utile a garantire un diritto inviolabile del personale medico, è pertanto risibile e non ha alcun supporto reale.
Daniele Maura vice capogruppo FdI Regione Lazio

Alatri: Venerdì alle ore 24, chiude altro reparto funzionante ad Alatri, il reparto chirurgia generale. In questi anni ha salvato moltissime vite.

Alatri:
Questo venerdì settimana in corso, alle ore 24 ad Alatri chiude anche chirurgia generale, attualmente al primo piano del nosocomio alatrense. A comunicarcelo Ezio Gatta che si sta battendo da anni a non far chiudere l’ospedale San Benedetto. Anche lui ora ricoverato per una piccola operazione. Questo  reparto hanno Dottori professionali e infermieristico svolgono il loro lavoro ad Alto livello. Ricordiamo che il 3 febbraio scorso hanno salvato la vita a mia moglie, e ricevuto seconda operazione pochi giorni fa. Nei prossimi giorni ci sarà un incontro con tutti i sindaci per difendere l’ospedale San Benedetto di Alatri.  Simone Macciocca

ALATRI: Controlli dei Carabinieri. Identificate 100 persone e controllati 80 veicoli.

Prosegue l’attività degli uomini dell’Arma di Alatri che negli ultimi giorni hanno implementato le attività istituzionali finalizzate alla prevenzione dei reati in genere.

Nei comuni di Alatri, Fiuggi, Vico nel Lazio e Veroli, si è dato corso a controlli messi in atto da parte dei militari,  le cui risultanze operative hanno consentito di segnalare alla competente Autorità 2  persone quali assuntori di sostanza stupefacente per uso non terapeutico, con contestuale sequestro amministrativo di grammi di sostanza stupefacente del tipo “Hashish”. Inoltre è stata irrogata 1 proposta di foglio di via obbligatorio, elevate 10  contravvenzioni per violazioni di norme al C.D.S. ed effettuate 6 perquisizioni personali. Complessivamente, nel corso dei servizi, sono stati  controllati 80 veicoli ed identificate oltre 100 persone, nonché sono stati controllati luoghi di ritrovo dei giovani ed 8 esercizi di pubblico intrattenimento.

Tali risultati sono il frutto dell’impegno dell’Arma volto a salvaguardare l’incolumità dei cittadini e delle attività commerciali insistenti nel territorio, che continuerà anche nel prossimo futuro in considerazione dell’aumento del flusso turistico in vista dell’approssimarsi  della  stagione estiva, al fine di fornire una sempre maggiore cornice di sicurezza alla popolazione.

APPROVATO IL PIANO SOCIALE DI ZONA DEL DISTRETTO “A”

Il documento, approvato dal Comitato Istituzionale dei Sindaci, risponde alle istanze e ai bisogni provenienti da tutti i comuni del territorio.

 Il Piano, concertato con operatori, parti sociali e rappresentanti del Terzo Settore, definisce la programmazione e la realizzazione delle politiche sociali del distretto nel triennio 2024-2026.

Il Comitato Istituzionale composto dai Sindaci dei 15 Comuni dell’ambito territoriale del Distretto Socio-Assistenziale “A”, con Comune capofila Alatri, ha approvato e presentato alla Direzione Regionale Inclusione Sociale il suo Piano di Zona del Sistema Integrato dei Servizi e Interventi Sociali per il triennio 2024-2026.

Il Piano di Zona è lo strumento fondamentale di programmazione dei servizi offerti al cittadino in campo sociale e di quelli socio-sanitari proposti in partenariato con l’Azienda Sanitaria Locale.

Il documento programmatico è stato elaborato dai rappresentanti delle amministrazioni comunali associate nel Distretto, in concertazione con gli operatori, con la ASL, con i sindacati, con le cooperative sociali, le associazioni e diversi altri attori del Terzo Settore del territorio.

Il Piano 2024-2026 ha raccolto le istanze, gli stimoli e i bisogni provenienti da tutto l’ambito territoriale, facendo i conti con un disagio socio-economico sempre più esteso e con fragilità sempre più diffuse, riconoscendo la necessità attuale di modernizzare i servizi e di offrire nuove e migliori opportunità per i giovani e per le famiglie.

Attraverso gli interventi e i servizi programmati, però, il Distretto si pone anche obiettivi più ampi e di estrema rilevanza per lo sviluppo della società locale: ridurre il rischio di esclusione sociale e offrire prestazioni di qualità, adeguate alle necessità dei cittadini e più facilmente accessibili, favorendo, al contempo, una maggiore coesione delle comunità del territorio e la promozione di un welfare comunitario.

Per raggiungere i suoi scopi il Distretto Socio-Assistenziale “A” avrà a disposizione nel triennio oltre 18,5 milioni di euro, provenienti da fondi dedicati al Piano, da finanziamenti per progetti e obiettivi specifici e dal PNRR. I fondi ottenuti saranno destinati al finanziamento di numerosi servizi e progetti, azioni di sistema e di accesso, valutazione e progettazione, misure per il sostegno e l’inclusione sociale, interventi domiciliari, centri diurni e semiresidenziali, strutture comunitarie e residenziali.

Il consigliere delegato dal Comune di Alatri ai servizi sociali Umberto Santoro, in qualità di rappresentante del Comune capofila, ha annunciato l’approvazione del Piano di Zona dichiarando: «È doveroso ringraziare i primi cittadini e le amministrazioni comunali del Distretto per il loro lavoro, nonché tutti gli enti e gli operatori del settore che hanno collaborato all’elaborazione di questo strumento di pianificazione prezioso per lo sviluppo del territorio e per i suoi cittadini. Un ringraziamento particolare, poi, va alle indispensabili professionalità dell’Ufficio di Piano del Distretto, che hanno ricoperto un ruolo essenziale nella stesura del documento e che garantiranno la messa in atto e l’efficacia degli interventi programmati».

ALATRI (FR): Violenza di genere. 21enne arrestato per violazione del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Alatri  hanno tratto in arresto un 21enne del capoluogo per violazione alla misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa. Nella decorsa notte, durante un servizio perlustrativo improntato alla prevenzione e repressione dei reati predatori, i militari  notavano un veicolo sospetto fermo nei pressi di un’attività commerciale presente nel territorio di Alatri. Nel corso del controllo, all’interno del mezzo, un furgone Fiat Ducato, venivano identificati due ragazzi ed una ragazza, e precisamente, alla guida un giovane di cittadinanza marocchina e quali passeggeri un 21enne del capoluogo ed una donna anch’essa di Frosinone. Il 21enne forniva delle generalità che, dopo essere state verificate dai militari, risultavano essere false e da successivi accertamenti si evinceva che il giovane era sottoposto alla misura cautelare del “divieto di avvicinamento alla parte offesa con applicazione del braccialetto elettronico”, misura attiva  proprio nei confronti della donna con la quale viaggiava.

I due giovani avevano avuto un legame sentimentale in passato molto burrascoso, sfociato con denunce da parte della ragazza nei confronti del giovane per atti persecutori e quest’ultimo più volte violava gli obblighi disposti dall’Autorità Giudiziaria, tanto che gli era stato applicato il braccialetto elettronico. La ragazza non aveva con se il dispositivo elettronico anti avvicinamento mentre lo stalker lo aveva spento.

Il giovane veniva tratto in arresto per “violazione del provvedimento di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa” e deferito in s.l. per “falsa attestazione a p.u. sulle proprie generalità”.

L’Autorità Giudiziaria nella giornata  convalidava l’arresto confermando le prescrizioni già in atto.

È obbligo rilevare che l’indagato, destinatario della misura  cautelare, è, allo stato, solamente indiziato di delitto, e la sua posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo la emissione di una sentenza passata in giudicato in ossequio ai principi costituzionali di presunzione di innocenza.

Alatri: Ieri mattina, è stato inaugurato il nuovo cippo per ricordare 80 anni del bombardamento, del 22 maggio 1944.

Alatri:
Ieri mattina è stato inaugurato il nuovo cippo per ricordare 80 anni del bombardamento del  22 maggio 1944, ad Alatri.
Ore 10.00 appuntamento in piazza Santa Maria Maggiore per recarsi ore 10.30 in piazza della Marmora. Una volta giunti nella piazza c’è stato un discorso del Sindaco di Alatri Maurizio Cianfrocca. Erano presenti i bambini di alcune scuole e associazioni in congedo.
Ore 11.00 scoprimento del ceppo del 80 anni del bombardamento 22 maggio 1944 e omaggiata una Corona di alloro.
Fine cerimonia un piccolo rinfresco offerto dai residenti. (Foto dì Simone Macciocca).

Alatri: In ricordo del nunzio apostolico monsignor Mario Tagliaferri, quest’ oggi (martedi 21 maggio 2024) alle ore 18.00, una Santa Messa.

Alatri:
 In ricordo del nunzio apostolico monsignor Mario Tagliaferri, quest’ oggi (martedi 21 maggio 2024) alle ore 18 presso la parrocchia di Maria Santissima del Carmine e Sant’Andrea è  stata celebrata una santa messa in occasione dei 25 anni della scomparsa avvenuta il 21 maggio 1999 a Parigi dove appunto il prelato era nunzio apostolico.
Monsignor Mario Tagliaferri venne ordinato sacerdote il 5 agosto del 1950 nella stessa chiesa dal vescovo monsignor Edoardo Facchini. Mentre il 7 maggio del 1970 nella stessa parrocchia si svolse l’ordinazione episcopale: consacrante fu il cardinale Giovanni Villot allora Segretario di Stato e l’allora vescovo della Diocesi di Alatri l’indimenticato Vittorio Ottaviani. Monsignor Mario Tagliaferri fu pro- nunzio e nunzio apostolico tra l’altro in Perù, a Cuba ed in Francia.
La figura di monsignor Mario Tagliaferri è portata avanti dall’associazione a lui intitolata. Oltre ad una mostra documentale e altre iniziative religiose e non che hanno visto la presenza di numerosi ambasciatori presso la Santa Sede di Cuba, Venezuela, Perù, il sodalizio proprio domenica scorsa ha organizzato insieme al Cisom (Corpo italiano di soccorso Ordine di Malta) l’Ecodoppler day, una giornata di screening gratuito delle malattie vascolari-centrali e periferiche. L’appuntamento si è svolto nel locali della parrocchia  della chiesa di Maria Santissima del Rosario nella popolosa contrada di Mole Bisleti, e resa possibile grazie al parroco don Luca Fanfarillo, al capogruppo della Cisom di Frosinone Stefania VAlletta e di Virgilio Pavia nipote di monsignor Mario Tagliaferri. Oggi pomeriggio alle ore 18 appuntamento per ricordare il nunzio apostolico nativo di Tecchiena di Alatri, con una messa celebrata da don Antonello Pilozzi
Verified by MonsterInsights