News Veroli

VEROLI:  RETE DEMOCRATICA A SOSTEGNO DI GERMANO CAPERNA.

 

VEROLI:

È nata Rete Democratica, u‍na nuova realtà civica, aperta, plurale, con l’intenzione di interpretare da subito la voglia di buongoverno, di innovazione e di crescita costante della nostra città.
Rete Democratica non è un semplice cartello elettorale, nato dall’esigenza di comporre una lista in vista della tornata amminstrativa, ma un grande progetto, che nasce per unire esperienze politiche, maturate in questi anni di amministrazione della città, insieme a realtà civiche, da sempre impegnate per la collettività, in un percorso comune con il mondo dell’associazionismo e di tante personalità che hanno come principale obiettivo quello di lavorare per una Veroli che continua a crescere, in grado di investire sulla sostenibilità, sulla qualità dei servizi e della vita di ciascuno, soprattutto una Veroli che guarda con fiducia al futuro, creando in primo luogo occasioni di lavoro.
È questo, infatti, uno dei punti principali sui quali concentreremo il nostro impegno: lavoro, certezze per i giovani, che devono poter costruire qui, in questa splendida città il proprio futuro, la propria famiglia; certezze per coloro che rischiano di restare ai margini della società che non possono e non devono essere lasciati soli, certezze per le imprese, anche le piccole e micro attività, spesso nate dal sudore e dalla fatica di tante persone, che hanno bisogno di contesti nuovi e che, ad esempio, possono nascere dal costatante investimento sul turismo e sulla cultura.
Nasciamo dunque per unire, non per sommare esperienze, ma per creare una coscienza nuova dell’impegno civile, per unire la Veroli laboriosa e silenziosa, fatta di persone combattive che non si sono arrese mai, la Veroli che ha avuto la forza di reagire al Covid ed alla crisi che ha generato, che valorizza quello che di bello e importante abbiamo, la nostra storia millenaria, le nostre produzioni, il nostro ambiente.
Rete Democratica nasce per unire la città, a partire dalle nostre contrade, che prima di essere luoghi geografici, sono straordinarie comunità, unite e solidali, eredi di un mondo fondato su valori antichi, che portano avanti tradizioni e che spesso chiedono un giusto e meritato protagonismo, molto spesso grazie ad associazioni, confraternite, comitati che, speriamo, troveranno in noi interlocutori seri ed affidabili.
Abbiamo trovato nel programma e nell’idea della città di Germano Caperna la giusta condivisione ed una prospettiva convincente, fondata non su un calcolo elettorale, ma su una profonda condivisione delle cose da fare. Proprio su questa idea di città si sono unite persone, Partiti, movimenti, associazioni, che in questi anni sono stati anche su fronti politici diversi.
Il vero protagonista di queste giornate è l’entusiasmo. Spesso non è un termine che si avvicina alla politica, invece è con entusiasmo che questo progetto sta crescendo, giorno dopo giorno e che ha unito tra gli altri, amministratori come i consiglieri comunali Francesca Cerquozzi, Denis Campoli e Gianluca Primi, l’ex assessore al commercio Andrea Iaboni, l’ex consigliere comunale Claudio Nobili, esponenti del locale circolo del PD quali il segretario Toni Pironi ed il dirigente Marco Scaccia, rappresentanti del mondo associativo quali Umberto Stirpe. Nei prossimi giorni ufficializzeremo la nostra lista completa di candidati, certi che tutti insieme sapremo dare un contributo fattivo e propositivo a Germano Caperna ed alla futura amministrazione comunale.

Leggi tutto

Patrizia Viglianti si candida a diventare la prima donna Sindaco di

Patrizia Viglianti, già assessore per sette anni, si candida a diventare la prima donna Sindaco di Veroli. «Insieme abbiamo già fatto tanto, ma è ora di costruire una “Città sociale”»
Patrizia Viglianti annuncia la sua candidatura a sindaco di Veroli. Già assessore per sette anni, delegata a servizi sociali, solidarietà, sport e politiche giovanili, riparte con la lista civica “Patrizia Sindaco”. Sarà a capo di una coalizione che verrà presentata nei prossimi giorni. Vuole essere la prima donna a salire sullo scranno più alto del palazzo municipale.
43 anni di autentica genuinità, ha una doppia laurea in Lettere e Filosofia: “Storia, scienza e tecnica della musica e dello spettacolo”, e “Storia e tecnica della fotografia”. La chiamano affettuosamente “Ciocia”, soprannome familiare che conserva con orgoglio. Estremamente eclettica e creativa, ha fatto della solidarietà una missione, del teatro una passione e dell’organetto uno sfogo di giovialità.
Propone il programma “Nexus”, inteso come connessione in tutte le sue accezioni. Intende rivoluzionare l’assessorato alle politiche sociali, rendendolo oggi più che mai settore primario anziché secondario. Vuole una connessione, un legame, un rapporto diretto con i suoi concittadini e le loro esigenze.
«Grazie alla fiducia dei cittadini, ho avuto la possibilità di diventare assessore nelle ultime due giunte comunali – dichiara la candidata Viglianti -. So cosa vuole la gente, perché vengo dalla gente. Ho dato tutta me stessa per migliorare la qualità della vita di tanti che ho incontrato e ascoltato lungo il percorso intrapreso nelle sfere di servizi sociali, solidarietà, sport e politiche giovanili».
«Insieme abbiamo già fatto tanto, ma è il momento di costruire finalmente una “Città sociale”: più vicina ai bisogni reali dei cittadini – conclude -. La costruiremo con tutte le persone che in questi anni hanno creduto e collaborato con me. La mia squadra è pronta a lavorare fianco a fianco con noi per realizzare questo sogno. Vogliamo che Veroli, città unica nel suo genere, esprima tutte le potenzialità ancora inespresse. Guideremo la città verso un futuro luminoso. La vera Veroli, quella autentica e fiera, siamo noi».
Patrizia Viglianti Sindaco
Ufficio Stampa

VEROLI: SORPRESO ALLA GUIDA IN STATO DI EBREZZA. PATENTE RITIRATA

I Carabinieri della Compagnia di Alatri, nel corso di un servizio di controllo del territorio, nella mattinata di ieri, in Veroli,  hanno segnalato  una persona per guida in stato di ebbrezza.

I militari dell’Aliquota Radiomobile hanno notato un veicolo che  procedeva in modo irregolare, pertanto hanno proceduto al controllo del conducente. Il guidatore, sottoposto all’accertamento del tasso alcolemico con apparecchio “etilometro”,  è risultato avere un  valore tre volte superiore ai limiti di legge.   Per lo stesso è scattato il ritiro immediato della patente e la contestuale segnalazione all’Autorità Giudiziaria di Frosinone. Il veicolo non essendo di proprietà del conducente è stato affidato al legittimo proprietario.

INAUGURAZIONE MONUMENTO DEDICATO AI CADUTI DI VEROLI PER COVID Cimitero Comunale – Sabato 6 Aprile 2024 ore 10.00

Sabato 6 aprile 2024 presso il cimitero comunale sarà inaugurato il monumento dedicato ai caduti di Veroli a causa del Covid-19. L’opera realizzata dallo scultore Americo Pirazzi, in collaborazione con la primaria fonderia artistica “Il Cesello” di Calenzano (Firenze), sarà installata nel civico cimitero come simbolo in onore dei tanti concittadini che persero la vita a seguito della pandemia che ha gravemente colpito il nostro Paese dal 2020.
“L’Amministrazione ha accolto la proposta dell’artista Pirazzi – dice il Sindaco Simone Cretaro – perché abbiamo consapevolezza del valore e dell’importanza della memoria storica. Non possiamo, infatti, dimenticare gli anni dell’emergenza epidemiologica che hanno messo a dura prova tutte le comunità locali, in Italia e all’estero. Anche la nostra città ha pagato a caro prezzo il dilagarsi della pandemia con la scomparsa di numerosi concittadini. L’iniziativa è, quindi, un doveroso omaggio verso le vittime dell’epidemia, a cui la Città di Veroli dedica questo monumento, collocato in un idoneo luogo di raccoglimento che possa permettere di riflettere su quanto accaduto e guardare al presente e al futuro con fiducia”.
La cerimonia di inaugurazione sarà preceduta dalla Santa Messa celebrata dall’Abate di Casamari, Dom Loreto Camilli e dal Parroco del Crocifisso, don Adriano Stirpe. Una celebrazione, questa, che andrà a cadere proprio in concomitanza con i primi decessi causati dal Covid che si registrarono nella primavera del 2020 a Veroli, tra cui ricordiamo anche il già Abate di Casamari, Padre Eugenio Romagnuolo.
L’appuntamento per la cittadinanza è per sabato 6 aprile 2024 alle ore 10.00 presso la Chiesa del cimitero comunale di Veroli per la Santa Messa, a cui seguirà la cerimonia di inaugurazione e la relativa benedizione del monumento ai caduti per Covid, per il perpetuo ricordo dei tanti parenti ed amici che, purtroppo, abbiamo perso durante quel tragico momento storico.

VEROLI (FR): 2 persone segnalate per stupefacenti.

I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Alatri (FR),  hanno segnalato alla Prefettura di  Frosinone  due persone trovate in possesso di modiche quantità di sostanza stupefacente del tipo crack e  hashish.

I militari, nell’ambito di un predisposto servizio teso a contrastare l’uso e lo spaccio di sostanze stupefacenti,  hanno controllato due persone che con fare sospetto  si aggiravano nel comune di Veroli a bordo di un  Furgone Fiat Ducato.  Nel corso degli approfonditi controlli,  un  40enne di  nazionalità albanese è stato trovato in possesso di gr.4,4 di sostanza stupefacente del tipo crack, mentre una donna 55enne di Frosinone  aveva con se gr.0,6 di hashish.  Lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro amministrativo ed a carico di entrambi è stata inoltrata  la segnalazione prevista dall’art.75 del D.P.R. 309/1990.

Nei giorni scorsi, sempre nel comune di Veroli,  i Carabinieri di Alatri avevano tratto in arresto un 25enne, di origine albanese, che si aggirava   per le vie della cittadina  con circa 100 gr. di cocaina in auto.

VEROLI  (FR): In giro con 100 gr. di cocaina. Arrestato dai Carabinieri.

I militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Alatri, nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto un 25enne, residente ad Alatri (FR).

Il 25enne, già noto alle forze dell’ordine perché dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti, alla vista di una pattuglia di Carabinieri tenta di sfuggire al loro controllo lanciandosi ad alta velocità nel traffico. I militari lo inseguono, ma, poco dopo, vistosi braccato, il ragazzo abbandona la sua auto tentando di fuggire in un campo pieno di rovi; viene raggiunto e, dopo una breve colluttazione, viene bloccato e tratto in arresto.

I militari lo perquisiscono ed all’interno dell’autovettura abbandonata in precedenza trovano oltre 100 grammi di cocaina.

A seguito della convalida, il Giudice disponeva nei confronti del prevenuto la custodia cautelare in carcere.

Veroli: PALAZZO MARCHESI CAMPANARI NELL’ORGANIZZAZIONE NAZIONALE DEI MUSEI CON IL MUSEO ARCHEOLOGICO DEI POPOLI ITALICI “AMEDEO MAIURI”

Palazzo Marchesi Campanari con il Museo Archeologico dei popoli italici “Amedeo Maiuri” inserito ufficialmente con decreto del Ministro della Cultura nell’organizzazione dei musei nazionali. Un risultato davvero straordinario, ottenuto dal Comune di Veroli in brevissimo tempo grazie ad una valida
programmazione che proprio in piena pandemia determinò l’acquisizione al patrimonio comunale della pregevole struttura, dimora storica regionale.
“L’Amministrazione ha consapevolmente programmato l’investimento su Palazzo Marchesi Campanari e non mancarono critiche e polemiche su tale decisione che, però, si sono dimostrate pretestuose” – dice il Sindaco, Simone Cretaro, che aggiunge: “Aver avuto la disponibilità di Palazzo Marchesi Campanari ci ha consentito di proporci all’attenzione del Ministero della Cultura che, apprezzando le potenzialità della struttura, ha iniziato un percorso condiviso sulla valorizzazione della struttura insieme al Comune ed alla Regione Lazio. Il risultato di oggi, peraltro già anticipato dal direttore nazionale musei, il prof. Massimo Osanna, nostro concittadino onorario, certifica a tutti i livelli la bontà di quanto fortemente voluto dalla nostra Amministrazione”. Palazzo Campanari ha già avviato il percorso della musealizzazione, con l’apertura al pubblico lo scorso dicembre della mostra archeologica “Antichi popoli italici: gli Ernici, i Volsci e gli altri”. Un primo assaggio, con un knowhow innovativo e spettacolare in grado di esaltare anche le bellezze e peculiarità architettoniche della dimora storica, che sta riscuotendo un notevole successo di pubblico e che, appunto, porterà alla realizzazione del Museo nazionale entro quest’anno.
Il Museo Archeologico dei popoli italici di Palazzo Marchesi Campanari è stato intitolato dal decreto del Ministro della Cultura ad “Amedeo Maiuri”, illustre archeologo di fama nazionale ed internazionale per le straordinarie scoperte fatte nelle campagne di scavi a Pompei ed a cui Veroli dette i natali nel 1886. “Non appena pronto l’ulteriore allestimento dedicato proprio al nostro illustre concittadino – anticipano il sindaco Simone Cretaro e la consigliera delegata alla Cultura, Francesca Cerquozzi – saranno adottati anche dal nostro Ente gli atti amministrativi conseguenti all’intitolazione del Museo nazionale così da effettuare congiuntamente con il Ministero della Cultura e la Regione l’inaugurazione e l’apertura al pubblico. Ci preme, quindi, ringraziare il Direttore generale Musei ,Massimo Osanna, il Direttore generale Archeologia Belle Arti e Paesaggio, Luigi La Rocca, il Direttore regionale Musei Lazio, Stefano Petrocchi e tutti i loro collaboratori
del Ministero della Cultura, la Regione Lazio, gli amministratori ed i funzionari del nostro Ente per la responsabilità, l’impegno e la passione profusi per raggiungere questo prestigioso risultato che proietterà Veroli nel circuito nazionale dei musei. Un elemento questo non trascurabile per le ricadute in termini socioeconomici sul territorio per i servizi da attivare nei settori dell’accoglienza dei visitatori”.

VEROLI (FR): In auto con 50 gr di droga; 38enne arrestato dai Carabinieri.

 

I militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Alatri, nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto un 38enne, residente a Gallinaro (FR). L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, veniva notato, a bordo della propria autovettura, aggirarsi per le strade di Veroli. I militari, insospettiti dalla presenza del giovane, hanno proceduto ad un controllo di polizia, ed a seguito di perquisizione personale e veicolare, hanno  rinvenuto nella disponibilità del 38enne gr. 35 di sostanza stupefacente del tipo hashish, suddivisa in varie dosi, gr. 10 di cocaina, gr. 2 di crack, nonché un bilancino di precisione. La perquisizione veniva estesa anche all’abitazione dello stesso con esito positivo in quanto si rinvenivano gr. 2 di marijuana, gr. 2 di hashish, nonché vario materiale utilizzato per il confezionamento dello stupefacente.

A seguito della convalida, il Giudice disponeva nei confronti del prevenuto la custodia cautelare in carcere.

È obbligo rilevare che l’indagato, destinatario  della misura cautelare, è, allo stato, solamente indiziato di delitto, e la sua posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo la emissione di una sentenza passata in giudicato in ossequio ai principi costituzionali di presunzione di innocenza.

Raggiunto l’accordo, presso lo stabilimento Tecnologie Avanzate srl di Veroli.

La federazione CISAL Metalmeccanici di Frosinone rappresentata dal Segretario Massimo Arilli comunica che, presso lo stabilimento Tecnologie Avanzate srl di Veroli leader nelle lavorazioni di parti strutturali e non strutturali per l’industria aerospaziale ed elicotteri a livello mondiale con tutta una serie di certificazioni e validazioni da parte di enti autorizzativi e di importanti aziende mondiali che attribuiscono un valore aggiunto notevole alla Società che occupa 110 dipendenti, nella giornata di ieri , dopo una lunga trattativa che è iniziata dalla fine del 2023 è stato raggiunto l’accordo cosiddetto di 2° livello sul Premio di Risultato tra la RSU di stabilimento , le rispettive segreterie CISAL Metalmeccanici e Fim-Cisl . Un accordo che segna l’inizio di una nuova fase di crescita e consolidamento dopo la grave crisi del 2020/2022 a causa della pandemia. La CISAL esprime soddisfazione per l’accordo raggiunto in quanto sono stati concordati obiettivi certamente condivisi e reali, con una parte economica in welfare che complessivamente dovrebbero portare in ragione d’anno un apporto economico alle maestranze stimato prudenzialmente di circa 1200/1300 euro/anno, un risultato inaspettato e imprevedibile per due ragioni , la prima dovuta a delle sofferenze economiche di vecchia data che con grande senso di responsabilità la direzione aziendale sta portando a chiusura, infatti una volta superato questo particolare ma non trascurabile aspetto ci saranno ritorni di positività in termini economici per le maestranze; e la seconda è una scarsa partecipazione dei lavoratori alle dinamiche sindacali, infatti nonostante un impegno del Sindacato continuo e costante si registra una bassa adesione rispetto alla media del territorio.
Un elemento di novità, fortemente voluto da CISAL, il premio individuale legato alla presenza, che premia l’assiduità del lavoratore, anche perché è presente in tutti gli accordi sui PdR da oltre 30 anni, in merito agli altri parametri Produttività , Qualità e Redditività in una reale prospettiva di crescita del fatturato che dalla fine del 2023 registra un + 20% grazie a tutta una serie di nuove importanti commesse, e l’investimento sulla Galvanica con relativa certificazione BAC 5555 la seconda in Italia e 1° come Azienda privata le previsioni sono estremamente positive ; inoltre già nell’accordo alla luce di volumi produttivi in crescita sono previste tutte le concessioni contrattuali per aumentare l’apertura impianti e flessibilità .
14/02/2024
CISAL Metalmeccanici FR Massimo Arilli Cristian Ritirossi

ALATRI – FIUGGI – VEROLI (FR): Controlli dei Carabinieri. 6 persone segnalate per detenzione di droga; 1 patente ritirata per guida in stato di ebbrezza.

I Carabinieri della Compagnia di Alatri (FR)  hanno intensificato i servizi di controllo del territorio,  con particolari servizi straordinari effettuati nel fine settimana, volti al contrasto di ogni forma di illegalità ed assicurare la civile convivenza dei cittadini.  Sul campo sono state dispiegate pattuglie del Nucleo Operativo e Radiomobile, anche in abiti civili, e quelle delle stazioni dipendenti, coordinati dalla Centrale Operativa di Alatri, che hanno intensificato il dispositivo di prevenzione con controlli lungo le principali vie di comunicazione. Prevenzione in primis, specie quella stradale volta a prevenire i gravi incidenti stradali causati dal mancato rispetto delle norme del C.d.S.. Sono state verificate le condotte di guida, anche con l’utilizzo di etilometri, e nella circostanza sono stati dispensati  consigli agli automobilisti per prevenire spiacevoli conseguenze derivanti dalle condotte indisciplinate.

Nell’ambito di tali controlli, oltre ad elevare varie contravvenzioni per violazioni al CDS, i militari dell’Aliquota Radiomobile di Alatri hanno  ritirato la patente di guida ad un 29enne di Boville Ernica per guida sotto l’influenza di sostanze alcoliche. Il giovane,  sottoposto a controllo con etilometro nella notte tra sabato e domenica u.s., mentre era alla guida nel comune di Veroli (FR) di una Volkswagen Tiguan, è risultato avere un tasso alcolemico superiore al doppio di quello consentito dalla Legge. Nella circostanza  il passeggero, sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di gr.0,6 di cocaina e pertanto segnalato all’Ufficio Tossicodipendenze della Prefettura.

Denuncia e F.V.O. per  un 51enne di Pignataro Interamna (FR) che si aggirava con fare sospetto in Alatri a bordo di autoveicolo. L’uomo sottoposto a controlli dall’Aliquota Radiomobile di Alatri è stato trovato in possesso di una mazza da baseball di cm.60. Non avendo giustificato la presenza in quel luogo, e ricorrendone i presupposti, è  stata inoltrata alla Questura di Frosinone la proposta  per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con Foglio di Via Obbligatorio e divieto di ritorno in Alatri per anni 3. La mazza è stata sottoposta a sequestro e l’uomo segnalato all’A.G. per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

I Carabinieri  hanno assicurato  anche un servizio  di prossimità sia nei centri storici che nelle zone più isolate della giurisdizione per evitare raggiri in danno delle persone anziane e  per prevenire furti in abitazione ed agli esercizi commerciali. Sono stati ispezionati diversi locali pubblici, ritrovo di giovani, per evitare la somministrazione di alcolici ai minori ed a persone già in evidente stato di alterazione.

Importanti risultati sono stati  conseguiti nel  contrasto allo spaccio ed all’uso di sostanze stupefacenti. La Stazione di Fiuggi (FR) ha segnalato alla Prefettura di Frosinone 4 persone trovate in possesso di modiche quantità di sostanza stupefacente: un giovane 22enne di Torre Cajetani trovato in possesso di  gr.3 di hashish, gr.0,5 di marijuana ed uno “spinello” già confezionato contenente hashish; un 43enne di Frosinone trovato in possesso di gr.1 di crack; un 17enne residente nella capitale trovato con  uno spinello contenente gr.0,5 di hashish; un 20enne di Alatri trovato in possesso di gr.0,3 di hashish.. Nel medesimo ambito, l’Aliquota Radiomobile di Alatri ha segnalato  un giovane 19enne di  Ferentino  (FR) trovato in possesso, a seguito di perquisizione personale, di gr.1,3 di hashish.

Da una parte l’intensificazione dell’attività di controllo del territorio, come da direttive impartite dal Comando Provinciale di Frosinone, e dall’altra la collaborazione dei cittadini. Infatti, a seguito delle numerose segnalazioni di persone o veicoli sospetti pervenuti al numero di emergenza “112”,  i Carabinieri della Compagnia di Alatri hanno svolto numerosi interventi e verifiche prevenendo e contrastando la commissioni di reati predatori.

Verified by MonsterInsights